Taglio di Po: “Dopo 40 anni si rinnova la tradizione del Carnevale”

“C’è tutta una rete che funziona per il sostegno alle famiglie e per chi è un po’ in difficoltà. Vogliamo continuare con i progetti di pubblica utilità”

Un 2019 dedicato a portare avanti quanto già in essere, ma anche con importanti novità, come il ritorno dei carri del Carnevale dopo 40 anni di assenza. Il sindaco Francesco Siviero fa il punto sui progetti per i prossimi mesi.

“Stiamo procedendo con l’impegno di mettere in sicurezza tutti gli edifici che abbiamo – spiega -. Adesso stiamo completando la prima parte dei lavori su Palavigor, dopo vedremo anche di portare a termine gli stadi successivi. Per quanto riguarda gli edifici scolastici ci resta da sistemare il complesso di via dei Maestri e un’altra scuola una materna”.

Sul fronte culturale quali progetti? “Continuiamo con le nostre attività, ad esempio l’incontro con gli autori e gli appuntamenti in corte ad altre attività. Vera novità è il ritorno del Carnevale che si svolgerà il 31 marzo grazie all’impegno di privati che si sono messi in campo, insieme alla Pro loco e ad altre attività commerciali. Ci sarà nel pomeriggio una sfilata di carri, le premiazioni delle maschere, i gonfiabili per i bambini”.

Per le famiglie e le politiche sociali come vi muovete? “Proseguiremo con quello che è in essere, anche in collaborazione con altri soggetti del territorio come la Caritas o altre associazioni come “Foglie vive” che danno un concreto aiuto alle persone. C’è tutta una rete che funziona a Taglio di Po per il sostegno alle famiglie e per chi è un po’ in difficoltà. Vogliamo continuare con i progetti di pubblica utilità, strumento molto più utile del semplice aiuto economico”.

E per quanto riguarda lo sport? “L’obiettivo è aiutare le realtà locali mettendo a disposizione le strutture ma anche dando un aiuto economico. Ci sono associazioni molto vitali, come ad esempio quella del tennis, che ora ha una struttura dove fare attività: l’hanno presa loro pagandosi le spese, noi abbiamo messo a disposizione lo spazio. C’è una realtà vivace, insomma, che cerchiamo di sostenere”.

Giorgia Gay

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento