A Porto Viro una rete per promuovere il turismo e le eccellenze del territorio

L ’ultima iniziativa messa in campo dall’Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po, è una promozione a tutto tondo che mira a far conoscere le eccellenze gastronomiche del territorio, dal titolo ‘Delta è Gusto – una rete di sapori’, con la quale unire le peculiarità produttive alimentari del Delta, a un turismo non più fine a se stesso, ma che cerca un’esperienza immersa nell’ambiente in continua evoluzione e che può trovare anche la grande particolarità delle prelibatezze polesane. In una delle serate di presentazione a Porto Tolle, l’assessore regionale Cristiano Corazzari ha spiegato: “Come Regione Veneto vogliamo continuare a promuovere quello che è il Delta del Po e le sue particolarità, sia in termini di flora e fauna, ma anche per quanto concerne le peculiarità gastronomiche, che sono in continua crescita e creano un indotto veramente importante per questo territorio. Ricordiamoci che se non ci fosse il lavoro dell’uomo questo territorio sarebbe completamente inospitale ed è per questo motivo che bisogna andare avanti su questa strada, consapevoli che c’è molto da dare, la sfida per il futuro è quella che gli abitanti continuino a rimanere qui per potenziare questa economia”.

Molti i produttori di eccellenze locali coinvolti, che spaziano dall’ittiturismo, all’orticoltura, alla risicoltura o all’allevamento di cozze, vongole e da qualche anno anche della prelibata ostrica rosa della Sacca di Scardovari, e pure di chiocciole, in quello che sembra essere un mercato tutto nuovo. Prodotti che gli alunni dell’Istituto alberghiero Cipriani di Adria, in una giornata a loro dedicata, hanno saputo trasformare in ricette e prelibatezze, e che filmate nella loro presentazione, sono disponibili sul canale YouTube di Delta è Gusto (anche sulla pagina Facebook).

Delta è Gusto ha poi dato al territorio una visibilità molto più ampia grazie ad una serie di visite ed educational tour a cui hanno preso giornalisti e blogger di calibro nazionale, che ha lanciato il Delta del Po su testate come Avvenire, La Stampa e National Geographic Magazine Italia; o ancora su RaiRadio1 nella rubrica settimanale ‘Coltivando il futuro’ di Sandro Capitani; o su ‘Agrisapori’, in programmazione nel weekend su 150 emittenti in tutta Italia e in online sui siti www.linvitatospeciale.it,www.pixcube.it e www. ilgiornaledelpo.it. Inoltre, il progetto ha fatto tappa in fiere di settore come Itinerando a Padova, o Cosmobike e Fieracavalli a Verona. Ottimo l’impulso dato al territorio, che da qualche anno è ascritto (assieme ad altre 16 riserve italiane, e quasi 700 mondiali), nel programma Man and Biosphere dell’Unesco, una rete che dagli anni ‘70 promuove e tutela la biodiversità in un rapporto equilibrato tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda.

Fabio Pregnolato

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento