Badoere: da ex fabbrica a spazio creativo e culturale

Un luogo industriale trasformato in spazio creativo-culturale nell’ambito del progetto “RIGENERArTE: Eccellenti Contaminazioni CreAttive di Nuovi Spazi Ibridi” organizzato da UNIS&F. L’ambiziosa sfida è stata vinta dalla fabbrica sede della Tessitura Colombina di Badoere, insieme ad altri tre spazi: un immobile alle porte di Treviso gestito dall’Associazione Giano, un sito di Follina dove è presente il Lanificio Paoletti e l’ex cartiera di Quero Vas nel comune bellunese.

L’iniziativa, finanziata dalla Regione Veneto e di cui il Comune di Morgano è partner, prevede la trasformazione di vecchie aree industriali in luoghi di cultura da aprire al territori, attraverso all’allestimento di mostre, installazioni creative o moderni teatri per dar spazio a narratori e artisti. Sei è il numero di artisti individuati provenienti da Grecia, Slovenia, Malta, Spagna e Norvegia, e per alcuni è stato un ritorno al loro paese d’origine: scienziati, fotografi, pittori, narratori che per otto settimane risiederanno nella Marca e a Morgano per dare nuovo impulso a questi luoghi ormai dismessi.

Tra fine maggio e giugno il gran finale quando i progetti artistici saranno pronti e i quattro luoghi prescelti, ora abbandonati o solo parzialmente usati, torneranno a essere vivi e più utilizzabili dai cittadini, ma sotto un’altra forma.

Ga.Fe

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento