Donazioni, Chioggia città sensibile

Sono 146 i nuovi donatori e 62 soci hanno ripreso a donare. Il 51% del totale ha meno di 44 anni, il 33% sono donne

Chioggia continua a dimostrare grande sensibilità alla cultura del dono”, così ha commentato Andrea Boscolo Cappon, presidente dell’Avis comunale, nell’analizzare i dati davvero incoraggianti dei donatori di sangue nel territorio comunale nel 2018.

I soci donatori effettivi sono in totale 2387 e tra questi si contano 1598 uomini e 789 donne; nello scorso anno si registrano 146 nuovi donatori e 62 soci hanno ripreso a donare (dopo più di 2 anni). Il 51% dei soci Avis ha meno di 44 anni e il 33% sono le donne. In totale nel 2018 sono state raccolte oltre 4000 donazioni (3563 sangue intero, 561 plasmaferesi e 1 piastrinoferesi).

Nel corso dell’anno sono state molte le iniziative messe in atto dall’Avis comunale per sensibilizzare le persone a donare il sangue con gazebo in occasione di vari eventi cittadini e con interventi anche nelle scuole superiori di Chioggia.

Rimane una questione ancora da risolvere: da cinque anni l’Avis comunale utilizza una sede in via Madonna Marina, ma il contratto di affitto tra poco è in scadenza. “Il Comune è nella condizione di concedere una sede consona all’utilissimo lavoro svolto sul territorio dall’Avis – aggiunge il presidente Andrea Boscolo. – Invochiamo lo stesso trattamento riservato alle moltissime Associazioni che hanno avuto la sede”.

Quest’anno ricorre il 60° anniversario di fondazione di Avis Chioggia, la data dei festeggiamenti sarà il 12 maggio 2019: i donatori di Chioggia sperano di festeggiare questa ricorrenza anche con una buona notizia da parte del Comune.

Eugenio Ferrarese

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento