Siete mai entrati nel negozio di giocattoli più bello del Polesine?

Una vera e propria bottega del giocattolo… e per credermi, dovete vederla!

Come fate a capire in anticipo quali saranno i prossimi trend?
In parte valutiamo le richieste della clientela e in parte ci affidiamo allo storico. Ma c’è anche una componente di fortuna. A volte sulle novità che pensiamo troppo azzardate scegliamo di non buttarci. Se un giocatolo è forte, si tratta di un trend che dura magari anche tre o quattro anni. Esiste poi una fiera, molto importante, che si svolge a gennaio a Norimberga. Una fiera immensa, molto utile per noi per farci un’idea in generale.

Guardando indietro, puoi farmi un esempio di un flop che pensavi avrebbe avuto successo e un esempio di un prodotto che pensavi poco interessante e invece si è rivelato best seller?
Uno anche piuttosto recente è la pallina LOL. Le LOL sono sfere che nascondono delle bambole all’interno. Su queste non avrei mai scommesso perché il rischio di trovare un doppione una volta aperta la sfera mi aveva fatto sorgere più di un dubbio, invece si sono rivelate un vero successo, ancora in espansione. Per il resto devo confessarti che noi siamo sempre piuttosto cauti, cerchiamo sempre di conoscere al meglio i prodotti e non buttarci troppo su ciò che non ci convince fino in fondo.

Quali sono i problemi che può avere un negozio di giocattoli, magari anche in relazione al fenomeno delle vendite online?
Uno dei problemi principali è infatti proprio questo dell’e-commerce, sul quale stiamo cercando di trovare alcune soluzioni. Non essendo diretti produttori, le vendite online sono un problema. Io adesso sto parlando con le ditte, comunicando che un negozio come il mio, è una grande vetrina per i loro prodotti e punto a cercare con loro un accordo: se vogliono una certa vetrina e una certa visibilità, chiedo anche io qualche cosa in cambio in materia di merce o di prezzi.

Quali sono i punti di forza di entrare in un negozio di giocattoli come BRAMARAI GIOCHI ?
Innanzitutto, diversamente dagli acquisti fatti online, ci sono giocattoli che vanno fruiti di persona. Poi c’è anche l’esperienza di vendita, aspetto su cui puntiamo molto grazie alla preparazione dei nostri dipendenti, capaci di cogliere le necessità dei clienti, consigliando sempre i prodotti più adatti alle richieste e cercando sempre di reperire i giochi specifici richiesti.

La vostra vetrina è molto bella. Chi si occupa dell’allestimento?
C’è una persona che realizza la vetrina, una ragazza che lavora in negozio. Ultimamente abbiamo rivisto anche l’allestimento delle vetrine: scelte commerciali e “vetrina classica” coesistono al meglio.

Per i dipendenti c’è una particolare formazione?
Io lascio molta libertà, ma fortunatamente loro sono molto interessati al mondo del giocattolo. Alcuni per via dei figli e altri per passione personale. Vogliono capire il prodotto e questo permette di raccontare al cliente il gioco al meglio

Lascia un commento