A Taglio di Po grande successo per l’Upp, dove non è mai troppo tardi per imparare

Si è concluso un anno di successi per l’Università Popolare Polesana degli Adulti ed Anziani che, solo nel comune di Taglio di Po, ha contato 70 iscritti che si sono cimentati su diverse materie.

Dall’apprendimento di una lingua straniera al corso di cucina, fino alle lezioni sull’arte e l’architettura: i corsi, organizzati dalle coordinatrici locali di Taglio di Po, Oriana Picello e Dorina Mocchetti, sono stati ideati in maniera diversificata proprio per soddisfare le varie necessità ed esigenze dei partecipanti.

Nel territorio del Basso Polesine c’è un affiatamento e una motivazione più forte rispetto a quella dei grandi centri – dichiara la direttrice Sandra Zangheratti –, situazione dovuta al fatto che in città vi sono più offerte da parte di enti e istituzioni che rendono la situazione più dispersiva, mentre nei paesi il tutto è più raccolto e si crea maggiore partecipazione”.

Un calendario accademico di 25 lezioni, tenute regolarmente ogni martedì dalle 16 alle 17.30 presso la sala conferenze municipale Giovanni Falcone, che hanno spaziato tra diversi argomenti: dall’architettura, con una visita guidata a Villa Pisani, al richiestissimo corso di enogastronomia. Non sono inoltre mancate lezioni di musica, tenute dal professor Marafante, di legge, letteratura, filosofia e storia dell’arte. Educazione alla salute e prevenzione di malattie come diabete e ipertensione sono stati argomenti di discussione che hanno riscosso grande interesse e a cui sono stati dedicati focus tematici, come quello riguardante i vaccini.

A conclusione dell’offerta formativa sono stati proposti tre corsi di vario livello di lingua inglese dove gli iscritti hanno potuto poi mettere in pratica le competenze apprese grazie ad un viaggio all’estero. Se aprire l’anno accademico è stato compito del conservatorio Antonio Guzzolla di Adria, il piacere di allietare a suon di musica l’ultimo giorno di lezioni è stato dato all’apprezzato gruppo musicale Free Bikers.

Ga.Fe

Lascia un commento