Difesa del suolo a Rosolina

Parte il cantiere da 400 mila euro

Al via un nuovo cantiere che prevede la sistemazione della chiavica “Cannelle che pesca” ricadente lungo gli argini di prima difesa a mare in territorio comunale di Rosolina.

“Il manufatto, risalente agli anni Sessanta – spiega l’Assessore regionale alla Difesa del Suolo -, risultava in cattive condizioni di conservazione, in particolare relativamente a diverse parti delle superfici in cemento armato”.

I gargami su cui scorrono le paratoie si mostrano in parte occlusi o danneggiati, senza un profilo definito che impedisca un’ermetica chiusura delle paratoie stesse, ancora sollevate da rudimentali sistemi a carrucola.

“Le lavorazioni di rinforzo e ristrutturazione previste – dettaglia l’assessore – servono ad ottimizzare le condizioni generali dell’opera, migliorarne la funzionalità e la sicurezza, come ambiente di lavoro e sotto il profilo idraulico”.

I lavori previsti consistono nella messa in asciutto della chiavica con fornitura e posa di palancole tipo “Larssen”; pulizia della canna e ripresa dei getti e dei ferri riguardanti tutta la struttura; rinforzo delle spalle del manufatto con costruzione di nuovi gargami in cemento armato; posizionamento di paratoie in acciaio AISI 316L e relativi elementi di manovra; fornitura e posa di carpenteria metallica in acciaio per favorire l’accesso alla chiavica e agevolare le manovre in sicurezza delle paratoie e panconi.

“Nell’ambito degli interventi secondari – sottolinea l’assessore – è altresì prevista la ricostruzione dell’arginatura a mare limitrofa alla chiavica e la sistemazione dei pennelli danneggiati dalle mareggiate che proteggono il bacino del manufatto. È inoltre prevista la realizzazione di dispositivi di protezione (per l’accesso e manovre in sicurezza) sulle chiaviche “Gorgo Segà” e “Casone Segà”, insistenti a poca distanza dal manufatto”.

“Si tratta di uno dei tanti interventi di manutenzione al via con la bella stagione – conclude l’assessore – per il quale abbiamo impegnato 400mila euro e con il quale puntiamo a mantenere sempre alta la sicurezza del territorio”.

La conclusione dei lavori è prevista entro la stagione autunnale.

Lascia un commento