Ikea, il Polesine teme la stessa sorte di Verona

Non aprirà il nuovo punto vendita a Verona, ma l’azienda rassicura che non ci saranno problemi con quello polesano

Il no di Ikea alla nascita del grande punto vendita, che avrebbe dovuto sorgere nell’area a Sud-Est di Verona, ha riportato l’attenzione sull’atteso inizio dei lavori per la realizzazione del magazzino logistico, nella macroarea di Arquà-Villamarzana, con attesi 450 posti di lavoro, soprattutto per quanto riguarda la manodopera femminile.

Il centro di stoccaggio e smistamento, che servirebbe i punti vendita di Padova e Bologna, è atteso da oltre dieci anni.

Ragion per cui c’è sempre molto timore quando si hanno notizie negative sulla nascita di altri insedimenti del colosso svedese.

Per questo motivo abbiamo contattato l’ufficio stampa di Ikea Italia, che ha così risposto: “Si tratta di due situazioni differenti. A Verona c’è stato l’incontro tra il sindaco Sboarina e Ikea” afferma una delle addette stampa. Mentre il portavoce sottolinea che “non ci sono problemi con il lotto polesano, in quanto la questione riportata su tutti i quotidiani riguarda solamente Verona. Appena ci sono aggiornamenti su Arquà vi contatteremo”.

Ma. Sc.

Lascia un commento