Mira, il distretto del commercio si allarga

Commercio, sostegno e iniziative al territorio e all’imprenditorialità.

Nelle scorse settimane le novità non sono mancate. Il Comune di Mira infatti ha intenzione di allargare il distretto del commercio dalle due frazioni principali di Mira Taglio e Oriago in cui è stato lanciato nei mesi scorsi, con assemblee fra gli esercenti, alle altre frazioni, e cioè a quelle di Borbiago, Marano, Gambarare.
porterà ad una rete di negozi presenti sul territorio, di oltre 300.

“Abbiamo deciso – ha spiegato l’assessore al commercio del Comune di Mira, Vanna Baldan -, che tutto il territorio comunale di Mira debba essere incluso nella realtà del distretto del commercio in modo da poter offrire anche ai negozi con frazioni più piccole i vantaggi dell’adesione ad un progetto che mette a disposizione fondi regionali e servizi per rilanciare il settore”.

Anche nelle frazioni più periferiche saranno fatte così assemblee con i negozianti per spiegare i vantaggi delle adesioni. Intanto con Confesercenti della Riviera, e Metropolitana è nata la “mappa delle stazioni del gusto” una iniziativa turistico gastronomica per rilanciare l’area.

“Le specialità enogastronomiche della Riviera e del Miranese – hanno detto Enrico Zarotti e Maurizio Franceschi di Confesercenti – si possono gustare solo in loco. La “mappa delle stazioni del gusto” è stata realizzata con la Fiab e associazioni di nordwalking, pensata per muoversi in bici o a piedi alla scoperta dei tesori del gusto, delle oasi ambientali e dei beni culturali. Insomma una buona sinergia per ottenere dei risultati rilevanti nella promozione del territorio”.

Si tratta nello specifico di 39 ristoranti e realtà legate da sette eccellenze enogastronomiche, dal pesce al miele fino all’asparago. La mappa da questo mese sarà on line, propone non solo ristoranti, osterie e trattorie, ma anche aziende agricole e allevamenti di pesci e crostacei.

Alessandro Abbadir

Lascia un commento