Home Trevigiano Polemica aperta per il traffico aereo su Quinto di Treviso

Polemica aperta per il traffico aereo su Quinto di Treviso

Nuvoloni grigi e minacciosi sopra l’aeroporto “Antonio Canova” di Quinto di Treviso, una bufera che ha già scatenato fulmini e saette di inedito scontro. Questa volta la polemica è tutta interno alla Lega, in particolare tra i primi cittadini di Quinto e Treviso.

Oggetto del contendere nella sfida a distanza sarebbero porprio gli aerei in arrivo e partenza dall’aeroporto: la Regione Veneto ha infatti accolto la richiesta del primo cittadino della Marca che ha invocato di azzerare i voli sopra il capoluogo e nei quartieri di San Giuseppe, del centro storico e di Sant’Antonino.

Una decisione, quella del governo regionale, che di fatto smentisce quanto stabilito precedentemente dalla commissione, secondo cui il 10% del traffico aereo in partenza dal Canova avrebbe dovuto sorvolare proprio i cieli di quei quartieri. Ma Venezia ha accolto la richiesta del sindaco Conte, trasmettendo poi la decisione alla commissione Via nazionale per l’approvazione definitiva.

Esulta così il primo cittadino del capoluogo mentre il Comune di Quinto si indigna. Tra i due litiganti è intervenuta anche Save, secondo cui la riduzione di partenze e arrivi prevista dal nuovo masterplan sarà già un grande aiuto verso il territorio e i prossimi voli saranno molto probabilmente spostati sull’aeroporto di Venezia Marco Polo, come già accaduto per la tratta Treviso-Londra della sera cancellata dal Canova proprio per venire incontro alle richieste dei residenti.

Denis Barea

Le più lette