Record di visitatori per i siti storici di Vigonza

Vigonza conquista il primato padovano delle giornate del Fai

Sono stati resi noti poche settimane fa i dati complessivi di tutte le presenze registrate dal Fai (Fondo Ambiente Italiano) nell’intera provincia padovana.

Il comune di Vigonza è risultato il sito di gran lunga più visitato con il 35,49% delle presenze, seguito dal cittadino Palazzo Nalin e dall’Oratorio Colombini, entrambi ubicati nelle vie cittadine del centro di Padova, con il 21,69% e dall’altro sito cittadino di palazzo Zacco con il 17,55% di visitatori.

La somma, invece, di tutti gli altri siti della provincia padovana (Battaglia Terme, Pernumia e Villa dei Vescovi a Luvigliano) hanno totalizzato il 25,27% delle presenze. “Questi dati rendono ancora più evidente il grande successo di cui essere fieri”, afferma orgoglioso il sindaco di Vigonza Stefano Marangon. Il numero totale di presenze registrate ha toccato la quota di 3200 persone che hanno visitato diversi luoghi nel territorio vigontino, tra cui il chiostro dell’ex convento di Santa Margherita, il borgo di Vigonza e l’annesso teatro Quirino de Giorgio, il castello dei Da Peraga, e alto ancora.

“Tra le forme di ricchezza più preziose e durature – ha dichiarato il primo cittadino – il primo posto spetta al patrimonio artistico architettonico, culturale ed ambientale. Anche questo ambito, come pure la scuola, la qualità e numerosità dei servizi alla persona, le opere pubbliche, l’attenzione alla mobilità debole, la vivibilità dei centri urbani, il decoro pubblico e cura del verde, sono oggetto di grande attenzione da parte della nostra amministrazione in continuità con il lavoro svolto dalla precedente”.

Continua Marangon: “credo che questo sia il frutto di un affiatato lavoro di squadra che attraverso un’oculata programmazione si realizza nell’agire per obiettivi. Il dato relativo ai visitatori alle giornate Fai di primavera 2019 ci rende molto felici. Vigonza ed i suoi luoghi selezionati sono risultati i più visitati di tutta la Provincia. Un grazie alla dottoressa Cibotto presidente della delegazione Fai di Padova, alla delegata scuola proforessa Livia Benede ti a tutti i volontari, all’assessore alla cultura dottoressa Greta Mazzaro, ma soprattutto mi sia consentito ai 137 apprendisti ciceroni delle scuole secondarie di I grado di Vigonza, Camposampiero, Tribano e Piove di Sacco ed a quelli dell’istituto Valle di Padova.”

“Sono convinto che questi ragazzi abbiano compiuto un gran lavoro di preparazione e di fatica in un fine settimana senza sosta, ma sono persuaso che questa un’esperienza abbia loro consentito di mettere le ali ai piedi e conferito una grande fiducia nel futuro di adulti”.

Manuel Matetich

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento