Teatro di Mirano, una stagione in crescita

Sono state 7.226 le presenze in sala nei tre cartelloni proposti, 862 in più dell’anno scorso

Teatro di Mirano ancora in crescita: lo confermano i numeri delle stagioni teatrali appena concluse: 7.226 le presenze in sala nei tre cartelloni proposti, 862 in più dello scorso anno. La rassegna di prosa “La Città a Teatro” ha registrato 2.785 presenze in sala nel corso dei 7 appuntamenti proposti, con un tasso di occupazione medio del 99,4%. Una stagione sostanzialmente da tutto esaurito, grazie anche a una campagna abbonamenti chiusa in linea con le scorse due stagioni a 351 tessere su 400 posti disponibili.

Le richieste sarebbero state maggiori, ma Comune, Arteven e La Piccionaia hanno deciso di fermare il numero degli abbonati a quello storicamente raggiunto per poter garantire il posto in sala anche agli spettatori a biglietto. Bilancio positivo anche per “Domeniche a Teatro”, la rassegna dedicata ai bambini e alle loro famiglie: aumentato quest’anno il numero degli appuntamenti che sono arrivati a 5 e che chiudono con 1.203 presenze, di cui 56 abbonati, dimostrando la capacità di arrivare a un numero sempre maggiore di singoli fruitori a biglietto, che tradizionalmente costituiscono il pubblico forte di questa rassegna.

“La Scuola va a Teatro”, infine, ha coinvolto gli studenti delle scuole miranesi di ogni ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia fino agli istituti superiori: 8 i titoli proposti, per un totale di 3.238 presenze, un tasso di occupazione medio dell’80,9% e lo spettacolo in inglese “Gulliver’s Travels” andato in scena in tripla replica per accogliere tutte le prenotazioni ricevute. La stagione per le scuole ha registrato quest’anno ben 773 presenze in più rispetto alla stagione precedente e gli insegnanti hanno già confermano il gradimento per le proposte fatte.

“Il successo consolidato negli anni – spiegano la sindaca Maria Rosa Pavanello e la delegata dalla cultura Renata Cibin – come l’aumento di frequenze di bambini e giovani, confermano il valore formativo di questa arte scenica dal vivo, dalle sue origini strumento di conoscenza e partecipazione civile”. Durante la stagione hanno calcato il palcoscenico del Teatro di Mirano, tra gli altri, Simone Cristicchi, Ambra Angiolini, Lella Costa, i fratelli Dalla Via, Gli Alcuni e La Piccionaia.

Filippo De Gaspari

Lascia un commento