Una tra le frazioni più grandi: la storia di Gnocca

È stato un in-contro a tema culturale quello organizzato dall’asessorato alla cultura e dalla biblioteca di Porto Tolle in sala consigliare, per raccontare la storia della chiesa parrocchiale di Gnocca e di quella frazione che, fino alla Seconda guerra mondiale, era la seconda frazione più popolosa dopo Ca’ Tiepolo.

A raccontarne le vicende sono stati il professor Luciano Scarpante e don Giuliano Marangon, direttore dell’Archivio diocesano di Chioggia.

Il docente in pensione ha spiegato come l’edificio fosse stato inizialmente eretto dal proprietario del fondo Mocenigo Soranzo come oratorio, inaugurato e benedetto nel 1737 per poi divenire Curazia (succursale) della parrocchia di Donzella, da cui fu staccata nel 1934 fino a diventare parrocchia nel 1947.

L’edificio riportò numerosi danni con l’alluvione del 1966 e, a causa della progressiva diminuzione della popolazione nel paese, fu chiusa nel 1968, fino ad essere abbattuta ad aprile del 1980. Di quella chiesa oggi non rimane più nulla se non una lapide dedicata ai Caduti che l’amministrazione ha ritrovato in un magazzino, ha provveduto a restaurarla, ed ha posizionato nel giardino della scuola elementare di Donzella, con una cerimonia avvenuta lo scorso 28 Aprile.

Gu. Fe

Lascia un commento