La Pro Loco di Noale vince il premio regionale per la sua attività

Cresce l’attesa per la tradizionale “Infiorata” che si terrà il 22 e 23 giugno

La Pro Loco di Noale ha par- tecipato lo scorso maggio all’assemblea Unpli Veneto, associazione che raccoglie le oltre 530 Pro Loco della Regione. Qui ha ricevuto il premio di miglior Pro Loco dell’anno 2018.

Un’immensa soddisfazione per il gruppo noalese – che da anni lavora preparando grandi eventi che attirano migliaia di persone nella cittadina dei Tempesta – e per il presidente Enrico Scotton.

Quest’ultimo ha ritirato il premio sul palco del teatro Accademico di Castelfranco Veneto dove si svolgeva l’assemblea, alla presenza di Federico Caner, assessore regionale al turismo.

“È una bella soddisfazione veder apprezzato il lavoro di tanti anni, il nostro e quello dei nostri predecessori – ha commentato Scotton – e festeggiare proprio in occasione del quarantennale della nostra associazione. Questo riconoscimento è uno stimolo a continuare, nonostante i troppi bastoni burocratici che ci vengono messi tra le ruote, e fare ancor meglio. Noale lo merita”.

L’Unpli motivando il premio, ha evidenziato la capacità espressa dalla Pro loco di Noale di fare rete tra enti, esercenti e aziende del territorio. Tra i tanti eventi che la Pro Loco organizza ogni anno, con molti mesi d’anticipo e una scaletta serrata, c’è l’Infiorata che si tiene tradizionalmente in occasione della celebrazione del Corpus Domini, quest’anno prevista per il 22 e 23 giugno.

La festa inizia la mattina del sabato con l’allestimento del quadro floreale sul manto della strada, a ridosso dell’antica Torre delle Campane. Il tappeto di oltre 100 mq, realizzato con migliaia di petali, essenze erboree, cereali, gambi e materiali naturali che vengono deposti, vede all’opera il Gruppo Infiorata insieme alle Contrade – Bastia, Cerva, Drago, Gato, S.Giorgio, S.Giovanni, S. Urbano, e al Gruppo Missionario. Un’opera che richiede coordinamento, lavoro di squadra e dedizione. Il tema scelto per questa edizione è Battezzati ed inviati.

La Chiesa di Cristo in missione nel mondo”. Sempre nella giornata di sabato i madonnari realizzano quadri a sfondo religioso. La sera invece, sotto la Torre dell’Orologio, è il momento del concerto del Corp o F i l a r m o n i c o Città di Noale, con la partecipazione del mezzo soprano Francesca Gerbasi. Domenica 23 giugno la festa entra ancor più nel vivo. La mattina i più piccoli compongono la loro infiorata in piazza Castello: “Colora la tua piazza – iniziativa per i bambini”. Alle 19 la solenne processione del Corpus Domini nel centro storico davanti ai disegni realizzati con i fiori, alla presenza della città e delle autorità. La processione si conclude con il calpestio del tappeto floreale da parte dei bambini. L’Infiorata è una festa che coinvolge molti noalesi.

Un evento che affonda le radici nell’antica festa popolare dell’Infrascata, che la Pro Loco ha saputo far rivivere. La manifestazione è diventata tra le più attese dalla popolazione e dai numerosi turisti appassionati che girano l’Italia per ammirare questi capolavori.

Eliana Camporese

Lascia un commento