Home Rodigino Rovigo Pfas: Rovigo segue i rilevamenti per realizzare la nuova condotta

Pfas: Rovigo segue i rilevamenti per realizzare la nuova condotta

Prime operazioni sul territorio per il tubone anti Pfas. Fino al 30 giugno i tecnici di Acquevenete avranno necessità di accedere ai terreni, per i rilievi necessari alla condotta Ponso-Montagnana-Pojana. La situazione è seguita da vicino anche da Rovigo.

I rilievi saranno propedeutici alla realizzazione della condotta Ponso-Montagnana, che servirà alla definitiva risoluzione della problematica di inquinamento da sostanze perfluoroalchiliche nel territorio servito.

Acquevenete è stata individuata quale soggetto attuatore dal Commissario Delegato per i Primi Interventi Urgenti di Protezione Civile, a seguito della contaminazione da Pfas delle falde idriche nei territori delle province di Vicenza, Verona e Padova. Proprio per ultimare la progettazione definitiva, e partire al più presto con i lavori, i tecnici avranno la necessità di accedere alle aree pubbliche e private per effettuare operazioni di rilievo dei luoghi, misure planimetriche, georeferenziazione di capisaldi, su tutto il tracciato di progetto.

Cambiare le fonti di approvvigionamento per il montagnanese, ricevendo acqua pulita da est, anziché rifornirsi da ovest, dove si è verificato l’inquinamento da Pfas, è l’obiettivo centrale del progetto con un intervento di circa 15 milioni di euro.

(M.Scar.)

Le più lette