Rovigo: “I veci del rugby” dal cuore d’oro

I rugbisti rodigini over35 hanno organizzato il 18° torneo nazionale “Città di Rovigo”, evento che unisce sport e festa alla raccolta fondi a scopi benefici, l’ultima servita all’acquisto di macchine per il reparto di pediatria

Un’altra edizione perfetta. E anche questa volta, per la diciottesima volta, la macchina organizzativa de “I veci del Rugby Rovigo”, non ha sbagliato un colpo in occasione del torneo “Città di Rovigo” riservato alle squadre di rugby “over 35” che ha colorato i tre campi del Battaglini, con la partecipazione di quindici squadre provenienti da ogni angolo d’Italia. “Al Battaglini c’erano più di 500 giocatori – dice l’allenatore degli Old rodigini Angelo Visentin – e con questi numeri la macchina organizzativa deve funzionare come un orologio. Il clima che si è respirato è stato fantastico. C’erano in campo atleti che hanno giocato ai massimi livelli e semplici appassionati che si divertono senza alcuna pretesa, costituendo formazioni variopinte che hanno dato vita a partite molto divertenti dove, a giocate di assoluto livello, si sono affiancati divertentissimi exploit di “atleti” poco esperti ma che ci mettono un impegno incredibile, a prescindere dall’età anagrafica”.

Le squadre partecipanti sono state impegnate in tre partite ognuna, a rotazione sui tre campi. Gli old rodigini hanno effettuato il primo incontro contro il Petrarca Padova. La partita è terminata 5-0 per i rossoblù, grazie alla meta dell’ala Mirco Buoso. Seconda partita degli over 35 rossoblù contro il Napoli, vinta dai rodigini per 45-0, con mete di Tommasi, Brazzo, Gambardella, Jensen, Ghetti, Turolla, Cecchetto e Perini. Infine l’incontro con il Vicenza, terminato per 5 mete a zero a favore del Rovigo, con marcature di Cabigliera, Brazzo, Panin e Ghetti (2).

“Avevamo a disposizione una bella formazione over 35, con la presenza tra gli altri di due giocatori neozelandesi, ovvero Joe McDonnel e Martin Jensen – afferma Massimiliano Perini, autore di una splendida meta contro la Partenope Napoli -. Ma tutta la squadra ha ben figurato, con l’ottima prestazione di Oscar Ghetti, rientrato dopo una lunga assenza per un infortunio fortunatamente risolto nel migliore dei modi. In ogni caso i risultati non sono importanti, quello che conta è divertirsi tutti insieme, ed è stata una bella giornata di sport”.

Hanno partecipato le formazioni di Rovigo, Padova, Vicenza, Firenze,Velate, Grugliasco, Monselice, Milano, Rubano, Genova, Badia, Villa Pamphili Roma, Scandicci, Napoli, Ravenna. Il tutto si è concluso con le premiazioni e l’immancabile terzo tempo alla Polisportiva Tassina di Rovigo, con la presenza del primario di pediatria dell’ospedale di Rovigo, Simone Rugolotto, che ha descritto le apparecchiature di diagnostica acquistate recentemente dagli Old rossoblù per il reparto da lui diretto. Va infatti ricordato che ogni iniziativa sportiva di questo genere è sempre un’occasione preziosa per raccogliere fondi a fini benefici. Gli over 35 rodigini saranno ora impegnati in trasferta in prossimità di Northampton, in Inghilterra, dove incontreranno la formazione del Wellimborough.

Cristiano Aggio

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento