Home Veneziano Chioggia Sandro Varagnolo, un artista di Chioggia alla Biennale di Venezia

Sandro Varagnolo, un artista di Chioggia alla Biennale di Venezia

Un artista chioggiotto alla Biennale di Venezia. Due opere di Sandro Varagnolo saranno presenti nel Padiglione Nazionale del Bangladesh allestito presso Palazzo Zenobio – Collegio Armeno ¬– Dorsoduro 2596 che ospiterà la mostra dal titolo “Thirst” (sete) con la partecipazione di 10 artisti che interpreteranno nelle loro tele o pannelli in legno il tema della siccità.

Si tratta di una mostra pensata e curata da Viviana Vannucci e Mokhlesur Rahman, commissario Liaquat Ali Lucky – la siccità è uno dei temi più sentiti non solo dal Bangladesh, ma da tutta la comunità internazionale – in relazione con il tema conduttore della 58a edizione della Biennale di Venezia 2019 “May you live in interesting time” curata da Ralph Rugoff.

L’esposizione di Palazzo Zanobio sarà inaugurata il 10 maggio 2019 e rimarrà aperta al pubblico fino alla conclusione della mostra internazionale di Venezia il 24 novembre 2019.

Sandro Varagnolo, classe 1968, diploma di Meccanico navale e laurea in Scienze Infermieristiche, coltiva la sua passione per le scienze naturalistiche – è tuttora iscritto anche ad un gruppo naturalistico -, ma anche scopre o meglio riscopre la sua passione per l’arte nelle pause del lavoro nel settore sanitario prima a Venezia e poi nella sua città, Chioggia.

E’ stato anche per vari anni impegnato politicamente in qualità di consigliere comunale, in particolare quale membro della IV Commissione cultura. Fa parte del direttivo e socio fondatore dell’Associazione Culturale Clodiacom.

L’arte per Varagnolo diviene per un lungo periodo fino alla piena maturità una sorta di stanza segreta, di rifugio meditativo, di zona d’ombra dove coltivare il ‘divino’ senza intrusioni; svolge attività di ricerca storico-artistica del territorio clodiense collaborando anche con la rivista di studi e ricerche “Chioggia”, ma successivamente comincia a sperimentare in particolare la tecnica ad olio. Dal 2012 divengono numerose le sue esposizioni in collettive e personali e le sue opere compaiono in vari cataloghi e pubblicazioni specializzate, accompagnate anche da significativi premi e riconoscimenti.

La partecipazione di Varagnolo alla Biennale 2019 è stata sostenuta e incoraggiata dall’ente “Lidi di Chioggia”

E.F.

Le più lette