Sottomarina, spiaggia sempre più sociale e inclusiva con le 13 carrozzine da mare

La consegna ufficiale è avvenuta lo scorso 14 aprile presso la sede Ascot. L’umanizzazione dei servizi qualifica ulteriormente il litorale La carrozzina da mare, nella foto a destra Boscol

Il Comune di Chioggia lo scorso dicembre ha acquistato 13 carrozzine da mare grazie al finanziamento regionale di 12 mila euro relativo al progetto “Turismo Sociale e inclusivo nelle spiagge Venete”, che favorisce il turismo sociale di persone con disabilità sul litorale della regione del Veneto. La consegna delle carrozzine è stata ufficializzata il 14 aprile scorso presso la sede Ascot di Sottomarina.

Presenti alla cerimonia il sindaco, il presidente del consiglio comunale, l’assessore alle Politiche sociali e sussidiarietà, il direttore dei Servizi Socio-Sanitari dell’Azienda Ulss 3 Serenissima Gianfranco Pozzobon, il presidente di Ascot Giorgio Bellemo, il presidente dell’Associazione Gebis-Segear Fabrizio Boscolo Nale, il presidente dell’Asa Giuliano Boscolo Cegion, il direttore ufficio della pastorale della salute della Diocesi di Chioggia don Simone Doria, alcuni titolari degli stabilimenti del litorale ed alcune associazioni di volontariato del territorio.

Il sindaco Alessandro Ferro, ha ringraziato le Aziende Ulss 3 “Serenissima”, Ulss 4 “Veneto Orientale” e Ulss 5 “Polesana” per il contributo erogato. “Mi piace ricordare – ha aggiunto – che il nostro litorale ha da poco conseguito, per il sesto anno di fila, la bandiera blu, un ulteriore traguardo per la nostra città che sta al passo con le altre località di mare. Inoltre a Roma è stato firmato ufficialmente il protocollo del g20 delle spiagge e Chioggia entra per merito tra le località più rappresentative per presenze a livello nazionale”. Soddisfazione è stata espressa anche dall’ assessore alle Politiche sociali e sussidiarietà Luciano Frizziero.

“L’accoglienza e l’umanizzazione nei servizi erogati può qualificare ancor di più il nostro litorale, è un valore aggiunto”.

Il direttore dei Servizi SocioSanitari dell’Ulss 3 Serenissima, Gianfranco Pozzobon aggiunge: “Quest’anno – ha aggiunto il direttore dei Servizi Socio-Sanitari dell’Ulss 3 Serenissima, Gianfranco Pozzobon – il progetto di turismo sociale, che è al terzo anno, prevede un ulteriore sviluppo, con la possibilità di ospitalità per massimo di 50 giorni persone con disabilità che possono contemporaneamente usufruire di un tirocinio lavorativo in una struttura del territorio delle tre Ulss”.

Si è unito ai ringraziamenti il presidente dell’Associazione Gebis-Segear Fabrizio Boscolo Nale, che ha sottolineato come questo evento debba essere solo il punto di partenza di un lungo percorso. Giorgio Bellemo, presidente di Ascot., ha ricordato come già nel 2008 Chioggia abbia iniziato, grazie allo stimolo di alcune associazioni, ad offrire servizi per persone con disabilità. “Mi sta molto a cuore – ha detto – pensare alla bandiera lilla (per la “certificazione” dei comuni con una predisposizione all’accessibilità) che sarà un prossimo obiettivo”.

Luca Rapacciuolo

Lascia un commento