Home Padovano Padova Nord Vigodarzere: unione Comuni Medio Brenta proteste tra i dipendenti

Vigodarzere: unione Comuni Medio Brenta proteste tra i dipendenti

Non è tutto oro ciò che luccica… e l’Unione dei Comuni del Medio Brenta comincia a traballare. Sul piede di guerra i dipendenti che hanno proclamato lo stato di agitazione di fronte alle incertezze in cui versa l’Ente. Intanto si apre il caso politico

I sindacalisti Manuela De Paolis (Cgil), Ettore Furlan (Cisl) e Paolo Manfrin (Uil) hanno scritto una lettera congiunta in cui affermano che “i lavoratori sono stati costretti a questa iniziativa per il totale disinteresse dimostrato dall’amministrazione alle politiche occupazionali e organizzative dell’ente. Ad oggi non vi è nessuna certezza sulle figure dirigenziali e sull’assetto organizzativo: e questo genera confusione nell’erogare i servizi. La professionalità e la buona volontà dei dipendenti non sono sufficienti a sopperire alla carenza di indirizzi gestionali e politici».

Previsto anche uno sciopero. A oggi c’è un dirigente, ma solo fino a settembre. A lui i lavoratori hanno chiesto, tra le altre questioni in sospeso, se vi siano i soldi per organizzare i turni festivi e serali. Dal canto suo, il dirigente non può rispondere almeno fin quando non sarà approvato il bilancio”.

“Vogliamo uscire dall’Unione. L’ente era nato con buone intenzioni, ma ora è solo una centrale di costo” propongono Marco Schiesaro e Martina Rocchio, candidati a sindaco a Cadoneghe e a Curtarolo. «Abbiamo incontrato Adolfo Zordan, sindaco di Vigodarzere e vicepresidente dell’Unione – proseguono Rocchio e Schiesaro – facendoci portavoce della volontà di gran parte dei nostri concittadini di uscire da un ente che non porta vantaggi, anzi. A un’Unione che non soddisfa le aspettative, pure dei suoi dipendenti, preferiamo convenzioni dirette con Comuni territorialmente più vicini, come ad esempio Campo San Martino”.

Sulla vicenda Zordan afferma “Conosco i problemi dell’Unione, metterla però in liquidazione non è semplice. Va trovata insieme la soluzione migliore”.

Nicoletta Masetto

Le più lette