Home Salute Adria Bianalisi Veneto – Centro Attività Motorie: una nuova tecnologia a servizio della...

Bianalisi Veneto – Centro Attività Motorie: una nuova tecnologia a servizio della Fisioterapia: le vibrazioni meccano-selettive

La dotazione strumentale di Bianalisi Veneto – Centro Attività Motorie si è da poco ampliata con l’acquisto della nuova VIBRA™ 3.0. VIBRA™ sfrutta il sistema ad onde meccano-sonore selettive per il trattamento non invasivo di patologie muscolari e neuro-muscolari. Si tratta di un’apparecchiatura elettromedicale in grado di produrre vibrazioni dall’elevato valore terapeutico per indurre risposte adattative di tipo metabolico e neuro-fisiologico nella catena neuro-muscolare e nelle strutture mio-osteoarticolari dell’organismo. Gli effetti benefici si ottengono rapidamente e perdurano nel tempo. In affiancamento ad un’opportuna attività fisica, anche minima, si potrà ottenere un incremento del risultato conseguito ed un’ulteriore accelerazione del recupero funzionale. Allo scopo di comprendere in modo più approfondito le potenzialità della nuova apparecchiatura, ne parliamo con le figure di riferimento della struttura: il Dott. Vincenzo De Simone, nonché Direttore Sanitario del centro, e il Dott. Pier Luigi Castiglione, entrambi specialisti in Terapia Fisica e Riabilitazione.

Dottor De Simone può spiegarci per quale motivo l’acquisto di questo nuovo macchinario è così importante?

“Con l’acquisto di VIBRA™ 3.0, Bianalisi Veneto si pone all’ avanguardia nell’ offerta terapeutica, disponendo di una macchina efficace ed innovativa, nell’ottica di un continuo miglioramento che da sempre, ed oggi più che mai, contraddistingue la mission dell’azienda”. Quali sono i punti di forza di questa tecnologia? “Il principio tanto concettualmente semplice quanto innovativo su cui si basa tale metodica terapeutica costituisce un valido approccio che ha il suo punto di forza nello sfruttamento delle capacità curative insite nei tessuti di ogni paziente, che portano in pratica al ripristino dei meccanismi biologici che inducono il riequilibrio neuromuscolare”.

Dottor Castiglione quali sono le patologie che possono essere trattate con questa apparecchiatura altamente tecnologica?

“Il campo di applicazione di tale sistema terapeutico è molto articolato. Risulta indicato nel recupero funzionale, specie nel post operatorio, nel trattamento del dolore, anche in quello miofasciale profondo. Inoltre, trova utilizzo anche nella riabilitazione neuromotoria, esercitando una valida e potente azione di contrasto all’ipertono muscolare da denervazione, evenienza quest’ultima che spesso contrasta e vanifica qualunque approccio terapeutico. In ultima analisi il risultato si traduce in una potente azione di riequilibrio del metabolismo cellulare che promuove un miglioramento della risposta dei tessuti agli insulti nocicettivi, per esempio al dolore piuttosto che alle contratture muscolari o all’ipertono da denervazione”.

Quindi nello specifico quali sono gli ambiti in cui si può essere applicata?

“VIBRA™ 3.0 trova applicazione in medicina dello sport, in riabilitazione ortopedica, neurologica, reumatologica ed inoltre in medicina estetica, garantendo risultati rapidi e persistenti nel trattamento della cellulite. Può curare con successo patologie dolorose, acute e croniche così come stati di debilitazione, affaticamento neuromuscolare e conseguenti stati di immobilizzazione forzata dell’intero apparato locomotore. Ricordo che ovviamente l’utilizzo di questa apparecchiatura viene prescritta a seguito di una visita fisiatrica, la quale darà delle indicazioni anche in merito alla durata della terapia”

Dott. Vincenzo De Simone e Dott. Pier Luigi Castiglione
Specialisti in Terapia Fisica e Riabilitazione
Riceve presso Centro Attività Motorie –
Bianalisi Veneto
ROVIGO – Tel. 0425 29655
– www.centroattivitamotorie.it

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette