Il Granzette sale in Prima categoria

Dopo i play off che hanno visto trionfare la squadra bisogna trovare un campo da calcio dove disputare le partite

Il Granzette calcio cerca casa.

La squadra presieduta da Alfredo Verza, salita in Prima categoria dopo una meravigliosa post season vincendo i play off, deve, in questi giorni, risolvere un problema non indifferente: trovare un campo di calcio dove poter disputare le partite.

Il campo di Granzette, infatti, non è adeguato alla categoria, tanto che le gare dei play off, i rossoverdi rodigini le hanno disputate all’impianto di Boara Polesine. E il tempo stringe, visto che Verza, dovrà comunicare alla Figc a Mestre un indirizzo dove giocherà la sua squadra.

“E’ inutile negare che ci troviamo un po’ in difficoltà. Il campo del Granzette è inadeguato: lì ci alleneremmo ma le partite “casalinghe” dobbiamo giocarle da un’altra parte:abbiamo chiesto al Boara Polesine, pagando ovviamente un affitto concordato, ma la risposta è stata no grazie. Ci sarebbe la disponibilità del campo di Concadirame, in disuso da un paio di anni, ma solo in questi giorni, con l’interessamento di un comitato spontaneo locale, si cominceranno i lavori, e quindi non ci sono i tempi adeguati. Sarebbe bello” continua Verza, “una politica di condivisione dei beni del Comune: penso ad esempio al campo di Fenil del Turco, rinnovato pochi anni fa, con risorse pubbliche. E dico: perché allora non rinnovare anche quello di Granzette? Abbiamo sentito, tramite il Comune, la disponibilità del campo di Boara Pisani che è stato dato in concessione, dopo bando pubblico, a Manilo Sarto, responsabile del Rugby Stanghella. Non ci sarebbero problemi, ma anche lì Sarto deve fare dei lavori di ammodernamento dell’impianto.”

Quindi, quello di Boara Pisani, sembra l’ipotesi più plausibile?

“Dipende dalle tempistiche. Chiederò anche ad Arquà Polesine, visto che c’è un campo perfetto, ma anche al Solesino, dove c’è un campo in sintetico: pagheremo il dovuto, ma credo che bisognerebbe fare una profonda riflessione di gestione degli impianti comunali”.

Intanto, sul fronte mercato, la squadra si rinforzerà con alcuni giocatori nei ruoli chiave.

“Nel prossimo campionato di Prima, non faremo la parte della vittima sacrificale. Alcuni giocatori che hanno fatto quest’exploit rimarranno, non mandiamo via nessuno. Arriverà da Stroppare Antico e da La Rocca Monselice Cominato, un ragazzo del 2000 di Granzette. Abbiamo 2-3 prestiti da definire e con 3-4 innesti saremo pronti per quest’altra grande avventura”.

Crstiano Aggio

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento