Home Veneziano Chioggia Incuria e degrado, il Rotary club si sofferma sulle aree critiche della...

Incuria e degrado, il Rotary club si sofferma sulle aree critiche della città

“È fin troppo evidente la mancanza di provvedimenti, perfino dove sarebbero sufficienti modesti interventi, un limitato impegno di tempo e di costi. Infatti sono molte le situazioni in cui basterebbe soltanto un po’ di buona volontà, capacità d’individuare dove occorre intervenire, desiderio di curare e proteggere l’ambiente prima che certe situazioni d’incuria diventino croniche e di difficile soluzione”.

Il Rotary Club di Chioggia il 14 maggio scorso ha promosso un interessante convegno, organizzato dal presidente Piergiorgio Scuttari con la partecipazione del vicesindaco di Chioggia Marco Veronese, dell’assessore ai Lavori pubblici Alessandra Penzo, dell’assessore alle Politiche sociali Luciano Frizziero, della dirigente all’ecologia Daniela Ballarin e del vicepresidente della Pro Loco Chioggia Eolo Bullo.

Pino Rizzo ha presentato una serie di problematiche ambientali che riguardano la pulizia, l’ordine, il decoro, la viabilità di Chioggia che incidono sul territorio in modo negativo, deteriorando l’aspetto globale di una città che meriterebbe ben altro trattamento. Si è discusso inoltre di necessità più impegnative come la sicurezza stradale (la rotatoria in viale Mediterraneo…), il degrado del Kursaal e dell’Arena Duse bersaglio dei vandali, il capannone dell’ex Siamic (da anni in stato di abbandono al centro di Sottomarina), il riordino dei portici, anche questa una emergenza diventata ormai “storica”… “La commissione interna al Rotary club – ha ribadito Rizzo – si propone quindi di continuare ad intervenire, presso gli amministratori e le istituzioni locali, fornendo loro segnalazioni, osservazioni, proposte ed eventuale collaborazione, per migliorare quelle situazioni di trascuratezza più in vista e nel contempo spronare coloro che hanno il desiderio, la volontà e la sensibilità di tutelare e migliorare l’aspetto di una città storica d’incomparabile fascino, in armonia con la straordinaria natura che la circonda”.

Gli Amministratori presenti al convegno, condividendo le problematiche illustrate, hanno affermato che alcuni interventi sono già stati programmati, per altri si spera di attuarli quanto prima.

Eugenio Ferrarese

Le più lette