Home Salute Adria Infiammazione da cibo: di cosa si tratta e come riconoscerla

Infiammazione da cibo: di cosa si tratta e come riconoscerla

Sempre più spesso ci si trova a convivere con patologie infiammatorie croniche senza immaginare che esse possano essere associate ad uno stato di infiammazione legato allalimentazione. L’assunzione ripetitiva ed eccessiva di alcuni alimenti, inquinamento, stress, fumo e abuso di farmaci, sono fattori che possono innescare un processo infiammatorio che se cronicizza, induce l’insorgenza di numerose patologie. Ricerche recenti in ambito nutrizionale, confermano che l’assunzione frequente di uno stesso alimento provoca l’innalzamento di specifiche citochine infiammatorie come BAFF e PAF stabilendo una vera e propria infiammazione da cibo. Sintomi come emicranie frequenti, gonfiori addominali, colite e anche tendenza ad ingrassare in modo non chiaro vengono correlati ad uno stato infiammatorio causato da cibo.

Dal 2011 si è iniziato a parlare di Profilo Alimentare individuale ovvero si va ad individuare attraverso la misurazione delle IgG specifiche i Grandi Gruppi Alimentari cioè quegli alimenti che vengono assunti regolarmente e che appartengono ad una stessa categoria almentare. Ad esempio chi assume frequentemente alimenti derivati dal latte e carne bovina, può vedere aumentare i livelli di IgG nel sangue. Individuato il Grande Gruppo Alimentare si può decidere di andare a modificare la frequenza di assunzione di tali alimenti in modo da ridurre le reazioni infiammatorie scatenate da questa categoria alimentare. Detto questo, non è necessario eliminare i cibi imputati, ma rieducare la tolleranza dell’alimento da parte del nostro sistema immunitario in modo graduale.

È fondamentale dunque valutare lo stato infiammatorio personale e in base a questo formulare una dieta che tenga conto del Prolifo Alimentare, importante per modulare le risposte infiammatorie e recuperare la tolleranza alimentare attraverso una dieta di rotazione con un lento reintegro dell’alimento e ruperare a pieno la tolleranza verso lo stesso. Dunque ridurre le citochine infiammatorie legate all’alimentazione è importante e per farlo è necessario andarle a misurare con specifici test cosi come è necessario misurare le IgG specifiche per gli alimenti. Il Food Inflammation Test consente di ridurre lo stato infiammatorio favorendo il recupero della tolleranza alimentare attraverso la valutazione del valore delle citochine infiammatorie. Il test si esegue con un piccolo auto-prelievo dal polpastrello nelle farmacie aderenti al progetto. Siamo lieti di informarvi che la nostra farmacia collabora a questo progetto per offrire un servizio di indagine alimentare. Per informazioni siamo a completa disposizione al numero di telefono: 0425-412038.

Farmacia Tre Colombine
della Farmacia San Gaetano s.n.c.
Dott.sse Maddalena e Patrizia Zanetti
– Via Leopoldo Baruchello, 30
– ROVIGO tel.0425/412038
Piazza Risorgimento 21 – Lendinara (Ro)
tel. 0425/641026 – www.farmaciatrecolombine.it

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette