Home Padovano Padova Nord Limena: due giorni di esercitazioni e prove per la Protezione Civile Mediobrenta

Limena: due giorni di esercitazioni e prove per la Protezione Civile Mediobrenta

Sette i Comuni coinvolti e decine i volontari impegnati nelle operazioni di salvataggio, soccorso e intervento, anche con l’aiuto di un drone

Due giornate di esercitazione della Protezione Civile del Distretto Mediobrenta. Sette i Comuni coinvolti, Campodoro, Campo San Martino, Curtarolo, Limena, Piazzola sul Brenta, San Giorgio in Bosco, Villafranca Padovana e la partecipazione di otto volontari del gruppo tedesco THW. Si sono svolte varie simulazioni di emergenza, dalla ricerca di un disperso in zona Fiume Brenta Passerella Ostiglia Ciclabile con nove squadre e 48 volontari, al recupero di un pericolante caduto in acqua e aggrappato al vecchio pilone del ponte in centro al fiume, l’operazione si è svolta con l’ausilio della barca a motore che si è avvicinata a monte del pericolante e un volontario SAF, assicurato con il sistema dell’uomo imbragato, si è tuffato ed è andato a recuperarlo a nuoto, una volta agganciato è stato ripreso dalla barca, trascinato a bordo e portato a riva. Un’altra simulazione ha riguardato un volontario che si è nascosto ad una decina di metri dalla riva per essere ricercato e portato in salvo.

“Si è potuto inoltre fotografare e filmare le varie fasi delle operazioni con l’ausilio del Drone in dotazione – aggiunge il Coordinatore del Distretto Mediobrenta e Responsabile del gruppo comunale della Protezione Civile di Limena Filippo Benetton – che è stato estremamente utile non solo per testimoniare l’esercitazione, ma anche per migliorare la sicurezza dei volontari di Protezione Civile, evidenziando le eventuali criticità in anticipo, avendo la possibilità di precedere la visione del luogo prima dell’eventuale operazione”. Il giorno seguente è continuata l’attività in acqua con la collaborazione del Gruppo Sub del THW ed è stata recuperata una transenna e in zona Ostiglia è stato protetto un argine con un telo e sono state utilizzate motopompe. In mattinata, invece, è stata effettuata l’evacuazione della scuola media di Curtarolo. Partito l’allarme per scossa di terremoto, gli alunni delle varie classi sono usciti con gli insegnanti di turno ed è stato eseguito il recupero di un ferito con l’intervento della Croce Verde.

“Ci tengo a ringraziare tutti i volontari intervenuti – conclude Filippo Benetton – E’ stata un’esercitazione positiva anche per l’affiatamento tra i vari Gruppi di Protezione Civile del Distretto Mediobrenta unendo così l’operosità, le risorse umane e le attrezzature di sette Comuni e la collaborazione dei nostri colleghi tedeschi del THW”.

(f.x.)

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette