Home Rodigino Delta Taglio di Po: la Sala della musica dedicata a Nicola

Taglio di Po: la Sala della musica dedicata a Nicola

“Dobbiamo invitare i ragazzi a fare qualcosa di buono come ha fatto lui” dichiara il sindaco Siviero dopo l’intitolazione dell’aula al tagliolese scomparso a soli 26 anni, affinchè la sua passione diventi un esempio

La sua vita si è spenta improv- visamente in sella alla moto a soli 26 anni, ma il suo ricordo continua a vivere grazie ad una delle sue più grandi passioni, la musica.

Così, al termine dell’anno scolastico, l’Istituto Comprensivo E. Maestri ha intitolato la sala della musica a Nicola Chiereghin, giovane taglio lese scomparso nel 2005. Una targhetta che racchiude in sé l’amore di Nicola per quest’arte: da bambino suonava il clarinetto, si è poi iscritto al conservatorio negli anni delle scuole medie fino ad imparare a suonare il sax da solo e ad entrare nella banda Giuseppe Verdi di Taglio di Po, nella Ca’ Zen blues band e e nella River Swing orchestra.

Una passione che i suoi genitori hanno continuato a celebrare bandendo, ogni anno, una borsa di studio ai 4 più meritevoli studenti frequentanti l’indirizzo musicale dell’istituto tagliolese. Per quest’anno scolastico poi, la famiglia Chiereghin ha voluto dotare proprio la sala di musica di alcuni materiali didattici e di tre nuovi clarinetti per quei ragazzi che non possono permettersi l’acquisto di strumenti musicali.

Durante la cerimonia di intitolazione, il dirigente Romano Veronese, emozionato, ha dichiarato come Nicola sia “presente tra noi con lo spirito e che queste iniziative che lo ricordano sono importanti perché portano al mondo della scuola i valori della vita. Nicola è vita”.

Presenti anche il il vicepreside Mario Marafante, l’assessore Veronica Pasetto, alcune insegnati con le classi della scuola e il sindaco Francesco Siviero.

“Nicola ha lasciato un segno importante a Taglio di Po. Dobbiamo invitare i ragazzi a fare qualcosa di buono come ha fatto lui” ha commentato. L’intitolazione è stata caratterizzata anche dall’orchestra degli studenti delle 3 medie che ha suonato con l’ocarina l’inno alla gioia e l’inno di Mameli, infine, gli allievi dell’indirizzo musicale hanno intonato Amico di Renato Zero.

La sala musica da ora sarà un’aula ancora più speciale, dove nel ricordo di Nicola, i giovani ragazzi impareranno un’arte e una passione che li accompagnerà per sempre.

Gaia Ferrarese

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette