Vendemmia 2019: in veneto scatta il conto alla rovescia

Semaforo verde dal 20 agosto per Pinot e Chardonnay per base spumante. Poi da fine mese il via alla vendemmia vera e propria.

Come da tradizione, le regioni del sud Italia hanno iniziato la vendemmia proprio in questi giorni, mentre per il Veneto, la maturazione e il raccoglimento degli acini di uva cominceranno verso il 20 di agosto.

Come sempre, i primi grappoli a finire nei cesti saranno quelli delle uve Pinot e Chardonnay da destinare alle basi spumante che, necessitando di una maggiore acidità, vengono vendemmiate mediamente una settimana in anticipo rispetto alle uve Pinot Nero, Grigio e Chardonnay per la produzione di vino fermo, la cui raccolta inizierà invece gli ultimi giorni di agosto, attorno al 30. La vendemmia proseguirà poi, solo per citare alcuni tra i vitigni più importanti del Veneto, con la raccolta del Merlot e Glera-Prosecco verso metà settembre, del Moscato, Durella e Garganega (20 settembre), Corvina, Corvinone, Rondinella e Cabernet (20/25 settembre).

Al momento la previsione è positiva, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. Sotto il profilo sanitario, infatti, le uve si presentano generalmente sane ovunque. I problemi legati alla peronospora sono quasi del tutto rientrati, mentre casi di oidio e flavescenza dorata, il giallume delle foglie, si registrano a macchia di leopardo nelle diverse province, senza però creare particolari preoccupazioni tra i produttori. Il mal dell’esca, un’altra malattia fungina, sta quest’anno emergendo con più forza rispetto alle annate precedenti a causa di una stagione molto calda, ma il fenomeno é comunque sotto controllo. Dal punto di vista quantitativo la vendemmia 2019 non raggiungerà certo le produzioni straordinarie dello scorso anno, ma senz’altro sarà nei limiti dei disciplinari.

Il contraltare del bilancio positivo, sarebbe purtoppo dato dal maltempo che ha imperversato a inizio agosto in tutto il Veneto, con le gravi grandinate registrate in queste ultime settimane, in particolare nel trevigiano e veneziano, che però fortunatamente hanno colpito a strisciate delle aree tutto sommato circoscritte.

La fotografia completa delle previsioni vendemmiali nel Veneto, nel restante Nord Est, nelle altre principali regioni vitivinicole italiane, in Francia e Spagna verrà fatta in occasione della 45° edizione del focus del Trittico Vitivinicolo promosso da Veneto Agricoltura e Regione, con Avepa, Arpav e Crea-VE, in programma a Legnaro, Padova, il prossimo 27 agosto presso la sede dell’Agenzia regionale.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento