La sistemazione delle scuole fra le priorità della nuova amministrazione di Spinea

Quest’anno è previsto l’adeguamento alla normativa antincendio delle elementari e la messa in sicurezza della media Vico

La nuova amministrazione di Spinea, guidata dalla sindaca Martina Vesnaver, parte con l’impegno per le scuole pubbliche, uno dei punti principali del suo programma elettorale.

Il mese scorso sono stati fatti i sopraluoghi negli edifici scolastici delle materne, primarie e secondarie per capire la priorità e la tipologia degli interventi.

“Nel nostro programma elettorale abbiamo considerato, tra le priorità, la manutenzione dei plessi scolastici – dice la sindaca Martina Vesnaver. Le scuole di Spinea hanno, mediamente, 45 a 50 anni di vita, a parte la scuola materna Munari che è stata costruita circa 12 anni fa. Riteniamo che per le scuole materne non sia necessario costruire un plesso scolastico nuovo, ma portare avanti un’attività puntuale e mirata di manutenzione ordinaria e straordinaria. Per le scuole elementari e medie la precedente amministrazione aveva previsto un piano di messa a norma delle stesse, in base alle disponibilità di bilancio”.

Nel programma delle opere pubbliche del 2019 è previsto l’adeguamento alla normativa antincendio delle scuole elementari Nievo e Vivaldi per 550 mila euro complessivi di spesa, e la messa in sicurezza della media Vico per una spesa di 160 mila euro.

La nuova amministrazione punta a rispettare questi impegni.

Per quanto riguarda le manutenzioni ordinarie e straordinarie, gli uffici preposti stanno facendo un inventario di tutte le scuole per verificare e predisporre un elenco d’interventi che spaziano dai servizi igienici, ai rubinetti, alle prese elettriche, alla dipintura, al lavaggio dei tendaggi e altri interventi.

Con questi miglioramenti si punta a restituire il decoro e a ridare un aspetto curato agli edifici frequentati dagli studenti e dal personale scolastico.

Fra le disponibilità di bilancio attuale, sono stati reperiti 30 mila euro, questi fondi potranno essere investiti in alcune manutenzioni straordinarie, in aggiunta a quelle ordinarie già previste.

“Non è tantissimo ma è qualcosa – commenta Martina Vesnaver. Potremo usarli per fare qualche opera di efficientamento in aggiunta alle manutenzioni ordinarie comunque già previste”. Nei prossimi cinque anni l’amministrazione punta a completare la messa a norma degli edifici scolastici e la costruzione di un nuovo edificio. “Ovviamente dovrà essere una scelta che terrà conto delle valutazioni tecniche, economiche e soprattutto con l’indispensabile coinvolgimento delle istituzioni della scuola – conclude Martina Vesnaver – tenendo debitamente conto anche dell’andamento della popolazione scolastica prevista nei prossimi anni”.

Da recenti dati Istat infatti, il comune di Spinea ha superato i 28 mila abitanti, aggiudicandosi così il primato di comune più popoloso del miranese e, visto l’andamento crescente costante, non passeranno molti anni al raggiungimento dei 30 mila.

Roberta Pasqualetto

Lascia un commento