Rovigo: muova sede del tribunale cercasi urgentemente

Lorenzo Pavanello, avvocato di Rovigo, è anche presidente provinciale dell’Associazione nazionale forense e dall’alto di questa carica ha voluto dire la sua opinione in merito alla questione della collocazione del Tribunale, sempre più destinato, nelle intenzioni del Ministero della Giustizia, ad una sede unica.

“Una decisione va presa a breve. La sede di via Verdi ha gravissime insufficienze di spazi – afferma Pavanello -. Due i motivi alla base della individuazione di una sede unica: il contenimento dei costi, derivanti dalla pluralità degli affitti al momento pagati dal Ministero, e la mancanza di spazi. Il Prefetto ci ha avvertiti che in mancanza di una soluzione condivisa da parte della città, il Ministero potrebbe decidere di fare da solo, individuando una soluzione che potrebbe anche non piacere alla città. Ossia svuotando il centro storico”.

Nelle ultime settimane, aveva preso quota l’idea di individuare la sede unica del Tribunale all’ex ospedale Maddalena. Peccato che, secondo Anf, sia una strada impraticabile.

“Il Maddalena è vincolato; abbiamo verificato che il tetto è crollato, in parte; l’edificio ha una struttura portante in muratura, scarsamente adattabile: la conversione di spazi sarebbe molto difficoltosa. La ristrutturazione comporterebbe una spesa proibitiva di 15 milioni circa”.

Per Pavanello l’alternativa è l’ex carcere. “Ci hanno detto che non è praticabile, in quanto arriverà la sezione minorile, ma i lavori non sono cominciati e non sono affidati” ha concluso l’avvocato.

M. Scar.

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento