Logo testata di vicenza

HomeRodiginoDeltaAriano Polesine: L’Ocarina vettore tra Italia e Cina

Ariano Polesine: L’Ocarina vettore tra Italia e Cina

Il museo dell’ocarina di Grillara è stato visitato da una delegazione cinese per un futuro gemellaggio tra scuole e territorio deltino

“L ’ocarina rappresenta un prodotto artigianale del nostro territorio, ma è anche parte della nostra cultura locale, della nostra tradizione ed è importante che venga conosciuta e divulgata con progetti nelle scuole, come stiamo facendo da alcuni anni tra i vari istituti scolastici comprensivi”. Con queste parole la sindaca di Ariano Polesine, Luisa Beltrame, ha accolto insieme alla famiglia di Benvenuto Fecchio, la delegazione cinese alla fattoria didattica e museo “L’ocarina del Po” di Grillara.

Il primo cittadino, affiancato dall’assessore alle Politiche del benessere e per l’integrazione Martina Boscolo e dalla consigliera con delega ai gemellaggi Federica Merli ha sottolineato: “Abbiamo istituito la delega ai gemellaggi perché siamo convinti che gli scambi culturali siano dei motivi di crescita rilevanti e per questo ci auguriamo che dalla vostra visita possano nascere collaborazioni sempre più importanti come un gemellaggio tra scuole”.

“Il prossimo anno festeggeremo il 100esimo anniversario dalla creazione della nostra ocarina –racconta il costruttore di ocarine Benvenuto Fecchio -, un gioco artigianale creato da mio padre Idelmo che vi ha lavorato da quando aveva 10 anni fino ai 103 anni. Una tradizione che ora tramando alle mie figlie Giada e Chiara. Insieme a mia moglie Giuseppina Pennoni, curiamo il museo e i laboratori per i ragazzi, ai quali insegniamo come lavorare l’argilla per ottenere le ocarine. Un gioco antico con una grande storia, sono arte popolare e sono anche passione, sono uno strumento musicale che viene utilizzato dagli alunni delle scuole degli istituti comprensivi di Ariano-Corbola e Taglio di Po”.

A presenziare all’evento anche l’assessore tagliolese Davide Marangoni, un folto gruppo dell’associazione My Delta rappresentato da Laura Negri, e Marco Gottardi per l’Ente parco Delta del Po. Elena Schiavon della Regione Veneto e Chiara Tosini per la Provincia. Antonella Cassetta per il comprensivo di ArianoCorbola, Gildo Turolla per il comprensivo di Taglio di Po e alcuni rappresentanti della Coldiretti. Mentre la delegazione asiatica era rappresentata da Zong Pei di Shanghai, costruttore di ocarine, già amico di vecchia data con Fecchio che, per l’ occasione, era accompagnato da presidi e insegnanti di diverse scuole cinesi. Dopo lo scambio di doni e omaggi di ocarine asiatiche il gruppo amatoriale “un po’ di Ocarine” si è esibito in una performance musicale con gli strumenti realizzati dalla famiglia Fecchio.

Guendalina Ferro

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette