Controlli interni di gestione, Mirano è al secondo posto

Il Comune di Mirano è secondo, dopo quello di Modena, nella classifica nazionale stilata dalla sezione Autonomie della Corte dei Conti e riguardante i controlli interni di gestione degli enti locali.

La graduatoria è relativa all’esame delle relazioni annuali riferite al 2017 di 852 amministrazioni pubbliche con 747 comuni sopra i 15 mila abitanti e 105 enti di area vasta, tra Province e Città metropolitane. In particolare a Mirano viene attribuito un indice del 3,42 per cento in una scala dove l’ultimo degli enti locali è a 100 sulla base dell’analisi dei sei diversi aspetti che caratterizzano i controlli interni sulla gestione: dalla regolarità amministrativa e contabile agli equilibri finanziari, dal controllo strategico a quello di gestione, fino agli organismi gestionali esterni e alle società partecipate.

Sulla base di queste analisi, la Corte dei Conti ha stimato il “rischio di controllo” risultante dalla capacità di ciascuna delle amministrazioni locali di prevenire, individuare e correggere le irregolarità gestionali e gli errori contabili più significativi: 153 enti rientrano nella classe di merito a “basso” rischio perché: “presidiano, tenendo in considerazione tutti gli aspetti nel loro complesso, tutti i tipi di controlli – scrive la Corte – tra loro figurano enti i cui moduli di controllo sono frutto di una consolidata tradizione e che merita di essere riconosciuta come le best practice dei controlli interni italiani”.

Un vanto che coinvolge solo altre 11 amministrazioni del Veneto e, nell’analisi dei centri più piccoli, vede premiati altri due comuni del Miranese. Tra i 153 enti di eccellenzne sono presenti infatti altri 11 della nostra Regione Veneto, tra cui Noale al 45esimo posto e Santa Maria di Sala al 54esimo, oltre alla Città metropolitana di Venezia che si piazza al 93esimo posto.

“Attraverso il sistema dei controlli interni all’ente – commenta la sindaca Maria Rosa Pavanello – viene attuata una complessa rete di verifiche, condotte in modo scrupoloso, che devono garantire la regolarità e correttezza dell’azione amministrativa. Questo risultato, che ci rende orgogliosi, è un’ulteriore conferma del valore del nostro operato ed è stato raggiunto grazie all’impegno degli uffici preposti ai quali va il mio personale ringraziamento”.

Filippo De Gaspari

Lascia un commento