Elementare “Zanella” a Corte, sostanziose agevolazioni economiche per il doposcuola

Il vicesindaco Lucia Pizzo: “Ci siamo impegnati a garantire e sostenere il potenziamento dell’offerta formativa della scuola. Si tratta di un sostegno straordinario che si vuole mantenere anche per il prossimo anno”

Agevolazioni economiche per il doposcuola per le famiglie che hanno iscritto i loro bambini alla classe prima della scuola elementare “Zanella” di Corte. Dopo le vicissitudini dei mesi scorsi che avevano messo in discussione addirittura la formazione della classe, il Comune mette in pratica una delle politiche di sostegno prospettate per garantire la continuità scolastica nella frazione.

La Giunta del sindaco Gianella ha stanziato un contributo che consentirà, a chi usufruirà del servizio che durerà fino a tutto il prossimo maggio, di dimezzare i costi.

Il doposcuola, che si svolgerà dal lunedì al venerdì dalle 13 alle 18, sarà organizzato dall’associazione culturale “Non solo compiti” con insegnanti qualificati. Per il pranzo i bambini potranno fermarsi a scuola e consumare un pasto portato da casa oppure richiederlo all’associazione, che si appoggerà alla cooperativa sociale “Il Germoglio”, al costo di 5 euro. I costi mensili del dopo scuola, a seconda dei giorni di frequenza, varierà dai 140 ai 130 euro, la metà dei quali sarà presa in carico dal Comune. Il contributo comunale è finalizzato a sostenere una frequenza continuativa, di almeno 3 giorni a settimana. Eventuali iscrizioni per 1 o 2 giorni la settimana sono possibili ma non godranno dell’agevolazione.

“Siamo riusciti – dice il vicesindaco Lucia Pizzo – ad ottenere la deroga al numero minimo di 13 alunni ma non è stata data seguito alla richiesta dell’introduzione del tempo pieno. Come promesso ci siamo però impegnati a garantire e sostenere il potenziamento dell’offerta formativa della scuola. Si tratta di un sostegno straordinario che l’amministrazione ha intenzione di garantire anche per il prossimo anno scolastico. Si tratta di un servizio molto flessibile. In una prospettiva più generale abbiamo già iniziato un percorso di intesa con le scuole paritarie dell’infanzia delle frazioni per progetti educativi verticali e con le nuove dirigenze scolastiche perché riteniamo che non debbano più verificarsi situazioni di concorrenza tra i plessi. Siamo dell’idea che si possa mantenere l’offerta scolastica su tutto il territorio comunale ma molto dipende anche dalla volontà e dalle scelte, in primis, dei genitori”.

Per le informazioni e le iscrizioni al servizio: nonsolocompitiasd@gmail.com e 324/6999703.

Alessandro Cesarato
>ale.cesarato@gmail.com<

Lascia un commento