L’Ulss 6 Euganea saluta Gabriella: esempio di amore e dedizione per il proprio lavoro

Dopo quarantadue anni di servizio presso l’Ospedale di Monselice, va ufficialmente in pensione Gabriella Bagatella, l’ostetrica che, nel corso della sua carriera lavorativa, ha fatto nascere più di 5.000 bambini.

Per ogni donna, l’ostetrica rappresenta una fondamentale figura di riferimento al momento del parto: lo sa bene Gabriella, che durante i suoi numerosi anni di servizio ha saputo assistere meravigliosamente le neomamme con cui di volta in volta è venuta a contatto, svolgendo sempre con precisione e serietà i suoi compiti strettamente professionali, e dando al contempo un’estrema, e forse quasi maggiore importanza, al lato umano della sua professione. A quest’ultimo Gabriella ha sempre tenuto particolarmente: “Ho amato tantissimo il mio lavoro”, racconta infatti da neopensionata, “più di ogni altra cosa”.

A riconoscere la passione e la dedizione di Gabriella sono prima di tutto i colleghi dell’Ospedale di Monselice, ma a riservarle un ringraziamento speciale è in realtà tutta l’Ulss 6 Euganea, e in particolare tutti i membri del reparto di Ostetricia degli Ospedali Riuniti Padova Sud, che nei suoi confronti si esprimono con molto calore: “salutiamo e ringraziamo di cuore Gabriella, di cui ricorderemo l’estrema bontà, la grande disponibilità, l’ottimo rapporto con pazienti e colleghi. E le auguriamo un enorme in bocca al lupo per la sua seconda vita da pensionata e da volontaria”.

L’impegno di Gabriella non si esaurisce infatti qui. Appena giunta alle soglie della pensione, ha già deciso di partire il prossimo mese per dedicarsi a opere di volontariato nei distretti, ospedali e abitazioni di Lima, in Perù. Questa ennesima testimonianza del suo grande desiderio di essere sempre d’aiuto agli altri viene riconosciuta ed elogiata anche dal presidente della Regione Luca Zaia, unitosi alle altre voci che nei giorni scorsi hanno saluto Gabriella.

Riferendosi all’ostetrica di Monselice e riconoscendone il grande valore, Zaia ha dichiarato che: “Ogni mamma sa quant’è importante aver avuto accanto, nei momenti più delicati della propria gravidanza e parto, un’ostetrica affidabile, professionale, esperta e rassicurante.”

Questa carriera lavorativa ricca di emozioni ed empatia verso gli altri racconta a tutti noi la storia di una ragazza , in principio infermiera, che sognava di diventare ostetrica: “Mio papà voleva che andassi a lavorare, a casa mia c’era tanto bisogno. Mi aveva fatto raggiungere il diploma come ai miei fratelli. Per realizzare la mia passione sono anche scappata di casa e oggi sono molto felice di aver fatto il lavoro che mi piaceva”.

Questo è quello che Gabriella stessa ci racconta, confermando così di essere un esempio forte e significativo di tenacia, amore e dedizione per il proprio lavoro.

Lascia un commento