Home Padovano Bassa Padovana Monselice: Mastio, via libera ai lavori ma è polemica sui tempi

Monselice: Mastio, via libera ai lavori ma è polemica sui tempi

Prevista l’eliminazione della scala esterna provvisoria, opera preliminare per migliorare l’accessibilità al pubblico

Mastio federiciano, la Regione ha dato il via ai lavori. Con la fine di settembre sono partiti i sondaggi archeologici al Mastio federiciano del Colle della Rocca, autorizzati dalla Soprintendenza e che prevedono anche l’eliminazione della scala metallica provvisoria per l’accesso.

L’importo dell’intervento è di 45.000 euro e costituisce l’operazione preliminare indispensabile per valutare le più opportune soluzioni tecniche mirate a migliorare l’accessibilità e la visibilità per il pubblico e di conseguenza la valorizzazione della parte sommitale della collina del Castello.

L’intervento della Regione arriva a vent’anni dai sondaggi compiuti dall’archeologo Massimiliano D’Ambra, a spese della Regione e sotto l’attenta vigilanza di Aldo Businaro: venne monitorato tutto il terreno compreso dall’ultima cinta di mura del Colle, sulla Pieve di Santa Giustina e all’interno del Mastio, persino nella fossa biologica e nella cisterna dell’acqua, dove rinvennero anche un cadavere.

Proprio per la presenza di studi accurati già depositati da anni, la città sperava di assistere a un intervento più operativo e meno analitico: «Nell’agosto 2018 la Regione rispondeva alle varie interpellanze sulla chiusura dell’accesso al Mastio con queste affermazioni: “per la messa in sicurezza della scala d’accesso serve il nullaosta della Soprintendenza, il tempo previsto per la sostituzione è di 5 giorni lavorativi” » commenta non a caso l’ambientalista Francesco Miazz.

«A Consumo suolo Monselice nella “top ten” dicembre 2018 con la Dgr 440 si incarica l’architetto Patrizia Valle di progettare la scala, al modico prezzo di 50.000 euro. Si arriva a maggio annunciando che è necessaria “una verifica preventiva dell’interesse archeologico all’interno della cintura muraria sommitale del mastio”. Ora apprendiamo che questo sondaggio archeologico è elemento propedeutico all’eliminazione della scala metallica provvisoria del Mastio. Da qui si annunciano altri 6 mesi di lavori per sostituire la scala e una non meglio precisata “messa in sicurezza della Rocca”. Morale: l’accesso al Mastio è chiuso da 2 anni e mezzo».

Nicola Cesaro

Giorgia Gay
Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Le più lette