Sile Jazz: record per l’8° edizione

Oltre 3000 presenze ai concerti organizzati in 12 comuni di Treviso per promuovere il turismo culturale locale e di nicchia

Un’ottava edizione di Sile Jazz Festival tra le migliori degli ultimi anni. La manifestazione tutta trevigiana, in particolare dell’area sud-ovest della Marca, ha catalizzato esperti, appassionati o anche solo cittadini desiderosi di trascorrere una serata estiva all’insegna della buona musica e di location adiacenti il fiume Sile.

A posteriori, il bilancio è dunque con il segno positivo per un festival comunque contenuto e di nicchia che, per oltre un mese, ha offerto 16 concerti con oltre 60 musicisti coinvolti da 14 paesi diversi dell’Europa e d’oltreoceano. A rendere possibile la manifestazione sono stati i 18 enti, tra privati e associazioni, che hanno aderito e collaborato sinergicamente, oltre ai 12 Comuni trevigiani che hanno offerto i loro spazi.

Tra le location predisposte, spiccano Villa Guidini di Zero Branco, Villa Lattes di Istrana, Villa Memo Giordani di Quinto di Treviso e la Chiesetta San Antonio di Morgano. Particolarmente apprezzate dalle oltre 3000 persone che hanno assistito al festival, sono state le proposte musicali e il contesto territoriale, che hanno dato quel valore aggiunto a dei luoghi e scorci che oggi più che mai necessitano di veder promosso e sostenuto il turismo culturale locale, rispetto a quello di massa.

L’ottava edizione di Sile Jazz Festival quindi ha ingranato una nuova marcia, grazie anche all’introduzione delle proposte enogastronomiche, per cui quest’anno 12 ristoratori hanno messo a disposizione i loro locali tipici per ospitare il Menù Sile Jazz, convenzionandosi con il festival stesso, senza tralasciare i sette percorsi cicloturistici con lo scopo, ampiamento raggiunto, di valorizzare gli scorci più interessanti lungo il fiume Sile.

Gaia Ferrarese

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento