Home Padovano Camposampierese Est Camposampiero nel Consorzio delle Terre estensi

Camposampiero nel Consorzio delle Terre estensi

Il sodalizio garantisce la tutela del patrimonio storico

Camposampiero entra nel Consorzio delle “Terre e Castelli estensi”, uno dei sodalizi più importanti a livello nazionale, e non solo, per la tutela del patrimonio storico e delle antiche rievocazioni.

L’ingresso ufficiale a Camposampiero il 22 e 23 novembre. La mattina del 23, alle 11 in municipio, la firma ufficiale da parte della Pro Loco (che promuove le Giornate medievali a maggio), con il presidente Paolo Mistro, alla presenza delle altre città consorziate. Si tratta di Este (associazione “Este medievale”, Alla corte degli Estensi, giugno), Ferrara (Contrada San Giacomo, Palio di Ferrara, maggio) e la marchigiana Grottazzolina, (Pro Loco, Giostra del Monaco, luglio). Oltre a queste città, si è unita nel 2012 Vàrpalota, in Ungheria, gemellata con Ferrara. Presente anche Lissaro, frazione di Mestrino, che promuove il Palio dell’Asino. La firma ufficiale alla presenza del sindaco.

I Comuni collaborano e sovrintendono alle iniziative. L’impegno è quello di sostenere la realizzazione di progetti di respiro europeo nel nome della comune identità storica legata alla Casa d’Este e ad Azzo VII. Anima dell’iniziativa, a fianco della Pro Loco, una donna che ha fatto della ricerca storica la sua ragione di vita: Elda Martellozzo Forin.

“Camposampiero entra a pieno titolo grazie a Tiso da Camposampiero, figura legata a Sant’Antonio e soprattutto agli Estensi (fu il tutore del giovane Azzo d’Este) per almeno un secolo durante il quale fu l’alleato di sicuro più fedele: non tradì mai”. E sul valore della storia la professoressa, che ha insegnato a generazioni di giovani, ammonisce: “La storia non è maestra, ma di sicuro capire la storia significa comprendere il presente”.

Nicoletta Masetto

Le più lette