Home Rodigino Delta Con mostre e laboratori gli studenti scoprono il Delta

Con mostre e laboratori gli studenti scoprono il Delta

“San Basilio di Ariano nel Polesine. Tra Po e Adige, tra Etruschi e Veneti” è il titolo di una progettualità nata dalle sinergie di vari enti, finanziata dalla Fondazione Cariparo e dall’Interreg Italia Croazia Value e dalle Università di Venezia Ca’ Foscari e di Padova a cui sono affidati gli scavi.

“Nel lasso di tempo delle due tappe progettuali – ha spiegato la sindaca Luisa Beltrame -, 300 alunni delle scuole hanno visitato gli scavi archeologici aperti a San Basilio e molti di loro hanno partecipato ai laboratori didattici organizzati al museo di Adria. Nuove iniziative saranno sul mio tavolo nelle prossime settimane, e questo prova che la sinergia creata tra gli enti coinvolti è lo strumento per valorizzare il progetto che stiamo portando avanti”.

“L’investimento della fondazione Cariparo nell’archeologia credo abbia un valore strategico perché il Delta è un grande attrattore turistico e permette attraverso gli scavi di avere una maggiore consapevolezza del valore del nostro territorio” dichiara Antonio Giolo della Fondazione.

“La mostra fotografica, colorata per facilitarne la lettura, è disposta per richiamare il motivo a meandro delle scoperte relative del VI e V secolo a.C.. Da qui il nome della mostra Meandri di storia, per via dei ritrovamenti di reperti in un’area di scavo (tenuta Forzello) molto difficile dal punto di vista della comprensione storica” ha detto l’ideatrice della mostra Sandra Bedetti.

Guendalina Ferro

Le più lette