E’ ufficiale: il Giro d’Italia 2020 farà tappa a Monselice

Sindaco Bedin e assessore Peraro alla presentazione del Giro che partirà dall’Ungheria

Dopo le voci che insistentemente si rincorrevano ormai da settimane, la notizia è ora ufficiale: il Giro d’Italia farà tappa a Monselice. Una delle gare ciclistiche maschili più famose sia in Italia sia all’estero passerà anche per il Veneto, fermandosi nella città della Rocca il 22 maggio 2020. Non è la prima volta che il Giro passa per Monselice, anche se stavolta l’arrivo di tappa sarà vissuto con ancora maggiore emozione e coinvolgimento.

Nel corso della conferenza stampa organizzata a Milano, a cui hanno partecipato anche il sindaco Giorgia Bedin e l’assessore Stefano Peraro, è stato reso noto l’intero percorso di questa 103esima edizione che per tre settimane vedrà i ciclisti sfidarsi pedalata dopo pedalata. La partenza del Giro d’Italia è a Budapest il 9 maggio e l’arrivo in Piazza Duomo a Milano il 31 dello stesso mese. Mentre Milano è una veterana nell’ospitare l’ultima tappa del Giro d’Italia per la 78esima volta, l’Ungheria vede per la prima volta in assoluto la partenza del Giro d’Italia dalla sua capitale. Le tappe ungheresi saranno tre in totale e poi il giro rientrerà in Italia dalla Sicilia risalendo la penisola lungo la fascia Adriatica. Il Giro 2020 prevede tappe a cronometro, pianeggianti e anche in alta montagna con arrivi in salita per un totale di quasi 3580 chilometri.

La tappa monselicense è la 13esima delle 21 totali, e prevede per il 22 maggio un percorso di 190 km da Cervia a Monselice. Attraversando le due regioni, i ciclisti entreranno in Veneto toccando prima Polesella, Rovigo e Boara Pisani fino a risalire verso Pozzonovo, Battaglia Terme, Galzignano, Fontanafredda, Valle San Giorgio e Calaone. Dopo una prima parte pianeggiante in cui i velocisti potranno dare il meglio di sé, la gara si sposterà sui Colli Euganei dove a rendere difficile la pedalata saranno le salite di Passo Roverello e del Muro di Calaone. E proprio da Calaone partirà la volata finale in direzione Monselice. Già nel 2015 il Giro d’Italia aveva percorso le strade cittadine ma questa volta sarà diverso: oltre a passare per il territorio comunale, infatti, ci sarà una vera e propria sosta all’ombra della Rocca. Un’opportunità irripetibile per Monselice che avrà così l’occasione di far conoscere meglio la città, le risorse e le attività presenti sul territorio. Prime fra tutte, le strutture ricettive.

Il ciclismo riesce sempre ad attirare un certo numero di appassionati e curiosi e, se si aggiunge la notorietà che il Giro d’Italia porta con sé, diventa chiaro che il giro di persone sarà notevole. I dettagli sulle vie interessate dal passaggio, sulle modifiche alla viabilità e sui servizi offerti saranno definiti nei prossimi mesi ma l’entusiasmo tra le persone di Monselice e dei paesi limitrofi per l’arrivo del Giro d’Italia è già palpabile. Un evento di tale portata rimarrà certamente impresso nella memoria di monselicensi, e non, per lungo tempo.

Martina Toso

Lascia un commento