Home Rodigino Delta La parola d’ordine a Taglio di Po è: promuovere la cultura nel...

La parola d’ordine a Taglio di Po è: promuovere la cultura nel territorio

“Culturalmente Taglio di Po” vuole avvicinare i cittadini agli scrittori locali promuovendo la lettura, la socializzazione e lo scambio di idee

È iniziata a ottobre e si concluderà il 4 dicembre “Culturalmente Taglio di Po”, la rassegna di incontri con gli autori locali, promossa dall’assessorato alla cultura di Taglio di Po. Si tratta di quattro appuntamenti a cadenza quindicinale che spazieranno dalla psicologia alla storia: dopo Eliana Albertini con “Malibù, Renato De Rita che ha presentato “Essere eroi, come vivere felici fino a cento anni”, Maurizio Romanato e Maria Lodovica Mutterle che hanno esposto “Un imperatore a Rovigo” (1819), il 4 dicembre, a chiudere la rassegna saranno Marianna Camèra e Morgan Bordon che dialogheranno su “Cambia la tua vita con un grazie”.

“Si tratta di momenti attesi dai cittadini, per imparare a conoscere i nuovi scrittori locali e nel contempo promuovere la lettura in un contesto che rappresenta il pretesto tra le persone di socializzare, scambiare idee e quindi di dialogare – commenta l’assessore alla cultura Veronica Pasetto -. Le iniziative culturali per gli adulti si traducono con i corsi dell’università popolare Polesana, organizzata nell’ambito della rete provinciale”.

Le lezioni, partite il 4 ottobre scorso, avranno cadenza settimanale, nel giorno del martedì, dalle 16 alle 17.30 e termineranno il prossimo 28 aprile. “Tra i motivi dell’adesione di un numero importante di persone al percorso di studi – spiega la Pasetto – il corso di inglese, che verrà riproposto anche quest’anno nei tre livelli di preparazione (base, medio e avanzato) e il corso di computer. Inoltre, da sempre privilegiamo gli insegnanti di Taglio di Po, perché cerchiamo di valorizzare i giovani laureati e dare così un chiaro segnale della presenza di tagliolesi che riversano le loro conoscenze nelle persone del territorio e quindi di scambio generazionale. Stiamo già lavorando per le ricorrenze come il 27 Gennaio, giorno in cui ospiteremo l’ebraista Matteo Corradin, con storici e letterati in occasione del 10 Febbraio per ricordare le foibe e il 21 Marzo saranno ospitate personalità dell’associazione Libera di Don Ciotti”.

“Per gli alunni dell’istituto comprensivo, abbiamo progetti attivi con la biblioteca che provvederà a portare una valigia di libri a scuola e organizzando letture animate durante le vacanze scolastiche – conclude l’assessore -. Saranno previsti degli appuntamenti nei giorni 23, 27 e 30 dicembre sul tema “Il pianeta degli alberi di Natale”. Il 2 e 3 gennaio il focus sarà sulle “filastrocche in terra e in cielo”. Gli incontri del lunedì saranno con orario dalle 16-18 e gli altri giorni della settimana dalle 10 -12”.

Guendalina Ferro

Seguici anche su

6,290FansLike
276FollowersFollow
3SubscribersSubscribe