Home Padovano Piovese Piove di Sacco: piazza Castello, entro dicembre la chiusura del cantiere

Piove di Sacco: piazza Castello, entro dicembre la chiusura del cantiere

L’impressione è che non siano mai sufficienti, specie in certe fasce orarie e in certe giornate. La fame di parcheggi in città, soprattutto a ridosso e a servizio del centro storico, è atavica.

Eppure sono quasi un migliaio, tra liberi e a pagamento, gli stalli a disposizione. Dopo anni che se ne discute, una grossa boccata d’ossigeno arriverà dal nuovissimo e centralissimo park di via Castello, che sta sorgendo negli spazi dell’ex scuola media Regina Margherita.

In realtà l’opera, secondo l’originario cronoprogramma, doveva essere già completata per la fine dell’estate. Inaspettati contrattempi, come le incessanti perturbazioni dello scorso mese di maggio e un sopraggiunto inconveniente a un sottoservizio, hanno fatto scivolare in avanti i lavori di qualche mese. Ora si conta di chiudere il cantiere per dicembre. Anche perché 146 nuovi posti auto, tutti gratuiti, diventerebbero un volano per l’economia locale non indifferente in vista delle festività natalizie. L’amministrazione ci ha investito quasi 800 mila euro, perché il nuovo parcheggio rientra in un contesto di riqualificazione più ampia dell’area.

Il nuovo spazio si affiancherà così all’altro storico grande parcheggio a servizio del centro, ovvero piazzale Serenissima, che vede i suoi oltre 200 posti gratuiti per lo più sempre occupati. Piazzale Serenissima che prima o poi, data l’usura della pavimentazione, sarà oggetto di riqualificazione. Un primo sondaggio fatto dal Comune sulla fattibilità, prospetta una spesa necessaria di circa 700 mila euro. In città si può parcheggiare gratuitamente, rimanendo comunque a ridosso del centro e alle aree con più disponibilità, anche in piazzetta San Marco (80 posti), in piazza San Martino (75 posti) e in piazza Castello (46 posti). Per chi vuole fare due passi, c’è poi il parcheggio dello stadio Vallini (60 posti) e quello di piazzale del Giambellino (60 posti). Gli stalli a pagamento sono invece circa 400. La tariffa oraria è di 1 euro. Il Comune, un paio di anni fa, ha anche deciso di abbassare la sosta giornaliera a 5 euro e concedere agevolazioni tariffarie, per residenti e non, che optano per gli abbonamenti.

“Crediamo – dice il sindaco Davide Gianella richiamando i principi ispiratori della politica urbana della sua amministrazione – che ciò che qualifichi il sistema urbanistico e non solo di una città come la nostra, passi anche attraverso un’attenta analisi di bisogni dei parcheggi. Questo perché il nostro centro storico, un vero e proprio centro commerciale naturale con i suoi oltre due chilometri complessivi di portici e le varie piazze, possa essere vissuto a pieno. Parcheggi, anche muniti di ricariche per auto elettriche come quello di via Castello, e piste ciclabili sono la traduzione concreta di questo impegno”.

Il sindaco poi annuncia il nome che sarà dato proprio al nuovo park. “Sarà dedicato ad Anna Frank, perché giovane studente, perché donna, perché il suo è un messaggio universale al rispetto e alla pace, oltre ad un inno alla voglia di vivere”.

Alessandro Cesarato

Le più lette