Porto Tolle: l’azienda agricola Moretto in lizza per gli Oscar Green

Tra i sette produttori di riso presenti alla nona edizione della Festa del riso c’era anche l’azienda agricola Moretto.

L’azienda è nata dalla fusione di due aziende a conduzione familiare: l’azienda Ido e Angelo Moretto ss e quella di Lino Moretto, tre fratelli che, dopo 25 anni di attività, hanno lasciato l’eredità ai figli e ai nipoti Elisa, Luigi, Enrico e Monica.

L’azienda è stata insignita quest’anno del premio regionale di Coldiretti ed è tra le finaliste per la 13esima edizione dell’Oscar Green, il premio nazionale istituito da Coldiretti per l’innovazione in agricoltura che verrà assegnato il prossimo dicembre al vincitore dell’edizione 2019.

Un’innovazione derivante dalle scelte aziendali dei Moretto che producono riso bianco, semi integrale e integrale, nei 46 ettari di campi in zona Cassella a Porto Tolle, dove l’acqua dolce incontra l’acqua del mare (per il fenomeno del cuneo salino) e dove il terreno è argilloso. La particolarità delle condizioni in cui è coltivato conferisce a questo riso sapore diverso da quello coltivato nel ferrarese, dove il cereale cresce in un terreno più sabbioso e con acqua più dolce. Questo cereale viene poi trasformato, nella pileria dei Moretto, in farina bianca, e nel laboratorio viene utilizzato per sfornare prodotti senza glutine (gluten-free).

Nell’azienda agricola, avvengono le varie fasi di lavorazione del riso, dalla semina alla raccolta e al confezionamento. A questo si aggiunge il laboratorio per sfornare prodotti (biscotti e dolci) soprattutto su ordinazione, perché non vengono usati conservanti. Le confezioni, infine, sono realizzate con ago, filo, tessuto artigianale e con i prodotti del mare che impreziosiscono il riso.

Guendalina Ferro

Lascia un commento