Spinea: incontri culturali al “Graspo de Ua”

Venerdì 22 novembre ultimo appuntamento della sesta edizione degli incontri culturali dell’associazione “Amici del Graspo de Ua”.

Dopo i primi due incontri di ottobre, dove si è parlato della storia di Spinea e si è tenuta una visita in bicicletta nel territorio, venerdì 22 novembre si conclude con il Graspo d’Uva e la sua storia: “Forte Sirtori, prima urbanizzazione” con Stefano Simioni e “Nascita e crescita del quartiere associazionismo di quartiere” con Giuliano Silvestri. Il forte era parte integrante del campo trincerato di Venezia e dal progressivo abbandono del forte, la zona si è trasforma da area rurale a centro abitato.

L’appuntamento approfondisce la nascita e la crescita del quartiere, una lunga tradizione fatta di voglia di stare assieme per sentirsi uniti e darsi una propria identità di quartiere. L’associazione oltre a curare l’aspetto della convivialità e delle relazioni fra gli abitanti, porta avanti anche un lavoro culturale dedicato agli abitanti del Graspo e di Spinea e, ogni anno, propone alcune conferenze a tema al civico 22 di via Mantegna.

I primi due appuntamenti sono stati molto partecipati. “La proposta e l’obiettivo del gruppo “Amici del Graspo de Ua” resta quella di contribuire a coinvolgere tutta la popolazione in attività socioculturali, approfondendo la conoscenza di alcune importanti realtà di Spinea – dice Vincenzo Franzin portavoce dell’associazione.

Gli incontri vogliono essere momenti di riflessione, con spunti storico-culturali che riteniamo molto interessanti per la cittadinanza”. Molto interessante anche la ricerca svolta dagli alunni delle scuole elementari Mantegna del Graspo. Il progetto sarà allargato anche alle altre scuole della città.

Roberta Pasqualetto

Lascia un commento