Adria, Scolo Branco: consiglio infuocato

La chiusura del ponte ha acceso la miccia della polemica tra il sindaco Barbierato e il consigliere di minoranza Baruffaldi, accusato, insieme al suo partito in Regione, di “combinare guai” nel territorio

Clima tesissimo nell’ultimo consiglio comunale, dove c’è stato un duro botta e risposta tra il consigliere di minoranza Paolo Baruffaldi e il sindaco Omar Barbierato, che sulla questione della chiusura del ponte Scolo Branco risponde così: “La Lega combina guai continuamente in Regione; come sulla sanità che ci toglie cento cose, andiamo in Regione per richiederle indietro e ne otteniamo sessanta, oltre alle case popolari con la riforma all’Ater che ci sta creando solo problemi” spiega Barbierato. “Ora siamo qua con i passaggi a livello, insomma è un continuo rincorrere i malanni che il suo partito fa. Ma lei (indirizzandosi a Paolo Baruffaldi n.d.r.) dica ai suoi in Regione di finirla di far guai ad Adria, perchè ci ritroviamo sempre qui a discutere di queste cose”.

Poi parlando del caso specifico il primo cittadino aggiunge: “In nove anni la Lega cosa ha fatto per la sicurezza stradale di Valliera, visto che l’ha tanto sbandierata? Io mi prendo le mie responsabilità davanti ai cittadini. A loro ho dichiarato che non voteremo contro questa mozione perchè non c’è in nessun passaggio scritto che la Lega sbaglia ad aver firmato l’accordo con Rfi per la chiusura dei passaggi a livello” continua Barbierato. “Inoltre non ha preso una posizione chiara nei confronti del suo partito; quindi o è pan bagnato o è zuppa, ma mi sembra che sia sempre zuppa a casa sua. Questa mozione vuol dire proprio un bel niente, visto che non vuole prendere posizione. Noi siamo stati chiari con i cittadini, se la Regione ci toglierà il passaggio a livello ci dovrà dare una compensazione in lavori di sicurezza; spiegheremo che la volontà è della Lega e della Regione; ha scritto in Regione? Ha scritto al suo partito? Ha fatto un suo documento di lamentela per andare contro la Regione? Prenda una posizione. Scriva che è colpa della Lega e gliela votiamo” ha concluso il primo cittadino.

A nulla sono valse le spiegazioni di Baruffaldi sul fatto che la Regione sia un ente e non un partito, “che il consiglio comunale poteva votare a favore delle richieste dei cittadini per tenere aperto il passaggio a livello, che la posizione dei residenti deriva da una raccolta firme, etc”. Tutto inutile, la mozione viene bocciata.

Stefano Spano

About Giorgia Gay

Giornalista professionista, nata sulla carta ma con un'anima social e una passione per le web news

Lascia un commento