Home Veneziano Riviera del Brenta Allarme truffe e vendite aggressive a Riviera del Brenta

Allarme truffe e vendite aggressive a Riviera del Brenta

Nel mirino ci sono soprattutto gli anziani

Riviera del Brenta è allarme per le truffe porta a porta e anche per la presenza di venditori aggressivi. Fra gli obbiettivi dei truffatori: gli anziani. È emerso in un incontro pubblico che si è tenuto a novembre a Camponogara organizzato dalla Pro Loco e Anteas. Un fenomeno segnalato da tempo da realtà come Federconsumatori. Federconsumatori infatti con il suo referente Alfeo Babato mette in guardia contro occasioni di viaggio scontatissime trovate on line. A volte dietro l’offerta c’è l’inghippo.

Intanto delle truffe che più sono in voga nell’ultimo periodo e di cui se ne stanno occupando anche molti avvocati della zona, è emersa all’incontro, quella della “promozione” di un pacchetto di prodotti non ben specificati per circa 3000 – 3500 euro. Si tratta di una “promozione” che si svela come vera vendita, fatta per superare i 15 giorni legati al periodo del possibile recesso. I venditori si presentano, spiegando alle persone che devono scegliere i prodotti, visto che li avevano già acquistati per un preciso importo. Il contratto si definisce con l’accettazione della merce, quindi è importante sapere che si è sempre in tempo a recedere, l’importante è non firmare i finanziamenti allegati. Di casi di questo tipo se ne stimano in Riviera del Brenta oltre 100.

I paesi più colpiti sono Mira, Dolo, Camponogara, Pianiga, Stra. C’è il problema poi di vendite o tentate vendite di contratti legati ad offerte di servizi energetici. In tutta l’area sono aumentate del 20 % le visite a casa, di questo tipo di figure che in tanti casi puntano a far firmare in modo aggressivo agli anziani l’accensione di nuovi tipi di forniture. Spesso la confusione è tanta e i raggiri che sono stati segnalati sono diversi. Le forze dell’ordine all’incontro hanno poi anche spiegato come siano state portate a termine sul territorio della Riviera casi di truffa con il sistema dell’abbraccio, fatto per sfilare preziosi o denaro, o quello dell’urto dello specchietto. Il consiglio è sempre quello di chiamare in aiuto subito, le forze dell’ordine.

Alessandro Abbadir

Le più lette