Ancora eventi in Villa Lattes a Istrana per tutti

I bambini potranno poi partecipare al laboratorio “Bianco incanto”, un’attività didattica natalizia

Come di consueto Villa Lattes offre un ricco programma di iniziative dedicate alle famiglie nel periodo delle festività natalizie. Si comincia sabato 14 e domenica 15 dicembre con “Famiglie in villa”, un evento dedicato alle famiglie dove i bambini si cimenteranno in laboratori creativi, mentre ai genitori sarà riservato un rilassante aperitivo. Per l’occasione verrà offerta l’attività “Letture candide”, il ciclo di letture animate a tema dolce, dove lettura e dolcezza si incontrano per dare sfogo alla creatività. Saranno selezionati volumi illustrati a tema culinario e i bambini dai 4 ai 10 anni potranno cimentarsi in laboratori a tema.

Si continuerà poi sabato 28 dicembre con “Conversazioni in villa” dove nel salone nobile di Villa Lattes si svolgerà la conferenza che verterà sugli oggetti posseduti da privati divenuti parte del Museo Ebraico di Venezia e della Casa museo Villa Lattes. A seguire per chi vorrà sarà messa a disposizione una una visita guidata alla collezione di Bruno Lattes. Sempre sabato 29 e domenica 29 dicembre tutti invitati a “Colazione al museo”, una colazione dedicata alle famiglie presso gli spazi della barchessa di Villa Lattes.

I bambini potranno poi partecipare al laboratorio “Bianco incanto”, un’attività didattica natalizia che propone ai più piccoli un ciclo di letture animate a attività manuali a tema del Bianco: bianco neve, bianco cotone o bianco zucchero a velo. Anche questa volta materiali e gusti si mescoleranno in un’esperienza sensoriale rivolta ai piccoli dai 4 ai 10 anni. Con il nuovo anno, il 5 gennaio, si ritorna in villa con “Gastronomia in museo”: i bambini si cimenteranno nel ruolo di “chimici in cucina” con molte attività che li inviteranno ad osservare, esplorare e scoprire nuovi gusti attraverso esperimenti scientifici (il costo dell’attività è di 3 euro). Il costo delle attività è di 5 euro, previa prenotazione obbligatoria.

Gaia Ferrarese

Lascia un commento