Home Veneziano Cavarzere Cavarzere: si apre una stagione di cantieri

Cavarzere: si apre una stagione di cantieri

Lavori in corso per quanto riguarda la Collodi per procedere celermente al trasferimento degli alunni; soluzioni in arrivo anche per i residenti di Baggiolina

C’è fermento in città sul fronte dei lavori pubblici. Parola del sindaco Henri Tommasi che soddisfatto elenca le opere in essere. “Stiamo partecipando a tutte le richieste di finanziamento per poter essere incisivi su vari fronti, come l’adeguamento degli impianti sportivi, degli edifici scolastici, la manutenzione dei cimiteri”. In attesa di sapere se e quali nuovi finanziamenti saranno approvati, il primo cittadino riepiloga quelli già ottenuti, a lavori in corso.

“Abbiamo iniziato l’intervento per quanto riguarda la scuola Collodi, ovvero per l’adeguamento della nuova struttura in cui saranno trasferiti gli alunni. Parallelamente siamo all’opera per ottenere le autorizzazioni necessarie da un punto di vista burocratico per avere l’accreditamento della scuola nella nuova struttura e poter procedere al trasferimento a lavori ultimati”. Buone notizie per i residenti di Baggiolina, alle prese con la chiusura del ponte: “Abbiamo già approvato il progetto preliminare, quello definitivo e quello esecutivo ed è stata fatta l’aggiudicazione dell’appalto alla ditta esecutrice. I lavori partiranno a giorni (nel momento in cui andiamo in stampa, ndr), con la speranza di riuscire a chiuderli prima di Natale per porre fine ai disagi dei residenti”.

Sul fronte della residenzialità pubblica, i tempi per rendere accessibili 25 alloggi – per i quali sono stati investiti oltre 500mila euro, non sono brevi.

“Anche in questo caso a breve sarà incaricata la ditta, e spero che in una decina di mesi riusciremo ad avere tutti gli appartamenti a disposizione”. Ci vorranno invece 120 giorni per chiudere i lavori al cimitero centrale, anch’essi in via di aggiudicazione. “È in partenza un corposo ciclo di asfaltature – continua Tommasi -, con 400 mila euro investiti per sistemare diverse strade o parti di strade. Abbiamo cercato di individuare le situazioni più critiche a cui dare la priorità, anche se siamo consapevoli che di urgenze ce ne sono sempre. Preciso perciò che questo è un primo step e che l’intenzione dell’amministrazione è di farne un secondo ancora più corposo nel 2020”.

“Seguono a ruota tutti gli altri progetti che stiamo portando avanti come il restauro del cimitero di Rottanova, che andrà in gara a breve, e i sottoservizi del ponte di Boscochiaro: stiamo lavorando in parallelo con il genio civile per i lavori di sistemazione degli argini del fiume, senza i quali noi non possiamo procedere”.

Infine, il recupero dell’ex macello: “I lavori stiamo continuando e spero che nel giro di tre-quattro mesi possano concludersi in modo da avere una nuova struttura da mettere a disposizione della comunità”.

Giorgia Gay

Le più lette