Home Veneziano Chioggia Chioggia: donne e prevenzione

Chioggia: donne e prevenzione

Spazio e voce a Prevenzione donna

L’associazione Andos (associazione nazionale donne operate al seno) onlus di Chioggia in collaborazione con specialisti dell’Azienda Ulss3 Serenissima ha dedicato l’incontro pubblico di venerdì 22 novembre scorso tenutosi nella sala dei poliambulatori dell’Ospedale al tema della prevenzione. Il sentirsi in salute gioca un ruolo molto importante e si scelgono stili di vita che armonizzino natura, conoscenza, prevenzione e conservazione del proprio benessere, accompagnato da un’alimentazione equilibrata e da una moderata e costante attività fisica.

Occorre perciò continuare ad avere verso di noi la stessa attenzione che poniamo nei confronti della salute dei nostri figli e dei nostri cari. Per una donna il primo “strumento”di prevenzione è l’autopalpazione periodica al seno. In caso di qualche anomalia è necessario compiere indagini ed esami di approfondimento. Deve anche diventare un’abitudine il controllo programmato a cura dello specialista e l’adesione agli screening mammografici che la Ulss3 offre gratuitamente ogni due anni alle donne di età compresa tra 50 e 74 anni.

Il direttore dell’ospedale dott. Martello, nel portare i saluti del Direttore Generale dott. Dal Ben, si è complimentato per la numerosa presenza di donne e con l’associazione che svolge un ruolo importante di informazione alla popolazione e di affiancamento durante il percorso di cura delle pazienti. Successivamente la dr.ssa Polo ha relazionato sugli screening di prevenzione e ha fornito i dati sulle risposte di adesione della popolazione avvenute negli ultimi anni; la dr.ssa Guzzetta ha spiegato i vari tipi di noduli che le donne possono riscontrare e ha insistito molto sull’autopalpazione periodica al seno; la dr.ssa Romano ha presentato il percorso che viene proposto alle donne in caso di positività agli esami di prevenzione o controllo, sottolineando anche il vantaggio della unità senologica, presente nell’Ulss3, struttura multidisciplinare, composta da tutti gli specialisti (radiologo, referente screening, senologo, chirurgo, anatomo patologo, oncologo, psicologo) che prendono in carico la paziente. L’Andos ha anche proposto il 29 novembre un’altra iniziativa nell’androne del Palazzo Municipale.

Le donne del gruppo di lavoro creativo hanno realizzato un manufatto di colore arancio con il simbolo del logo dell’Andos: la rondine che spicca il volo verso il cielo, simbolo di rinascita, accompagnato dalla scritta: “Prevenzione è vita”. La panchina che compare nella locandina che pubblicizza questo evento è un utile promemoria per l’adesione agli screening mammografici proposti gratuitamente ogni due anni dall’Aulss.

Eugenio Ferrarese

Le più lette