Home Veneto Attualità I veneti chiamati al voto per i consorzi di bonifica domenica 15...

I veneti chiamati al voto per i consorzi di bonifica domenica 15 dicembre

Appello anti astensione dal mondo agricolo che si presenta compatto per un territorio sicuro: “Invitiamo alle urne tutti i cittadini consorziati”

Veneti chiamati alle urne per il rinnovo delle cariche dei Consorzi di Bonifica domenica 15 dicembre in tutta la regione. La consultazione si rinnova ogni 5 anni e, a fronte di una così ampia platea di elettori, visto che possono votare tutti i proprietari di terreni e fabbricati ricadenti in uno dei 10 consorzi di bonifica della nostra regione, il numero di chi si reca alle urne è sempre esiguo.

Eppure, ricordano le organizzazioni agricole, temi come la salvaguardia ambientale, la sicurezza idraulica del territorio, l’attenzione alla risorsa acqua riguardano tutti, sia chi abita in città sia chi vive in campagna. Questi infatti gli ambiti di intervento dei Consorzi di Bonifica, operativi in tutta l’area pianeggiante e pedecollinare dal Veneto Orientale al Polesine, dalla Marca trevigiana al basso veneziano, a tutta la provincia di Padova via via fino al veronese. Ma il problema sta proprio nel fatto che, al di là degli agricoltori, storicamente interessati alle questioni della bonifica e dell’irrazione, la partecipazione dei cittadini scarseggia.

Per questa tornata elettorale le organizzazioni agricole, che si presentano al voto con la lista unitaria “Coldiretti – Cia Agricoltori Italiani –Confagricoltura”, lanciano un appello anti astensione: “la buona amministrazione degli enti e del territorio è un impegno di tutti”, i presidenti delle organizzazioni agricole  che schierano i propri candidati in tutti i Consorzi. Fra loro ci sono anche figure di spicco, da amministratori uscenti a personalità del mondo politico e amministrativo locale. Nella lista del Consorzio Acque Risorgive, ad esempio, è candidato anche il padovano Clodovaldo Ruffato, già presidente del Consiglio Regionale del Veneto e da sempre vicino ai temi del mondo agricolo.

L’invito della lista unitaria del mondo agricolo è quello di “un voto consapevole,perché dei consorzi ci si accorge solo quando ci sono i problemi. L’appuntamento elettorale invece è l’occasione per spiegare qual è il ruolo fondamentale dei consorzi nel nostro territorio e l’impegno quotidiano nelle numerose attività di manutenzione, progettazione e interventi per tenere all’asciutto ampie aree della regione e garantire il funzionamento della rete di scolo e di irrigazione”.

“Da sempre noi agricoltori siamo particolarmente interessati al buon funzionamento dei Consorzi- proseguono i presidenti di Coldiretti, Cia e Confagricoltura – in quanto la sicurezza idraulica è fondamentale per poter svolgere la nostra attività e altrettanto importante è l’amministrazione delle acque destinate all’irrigazione.

Ma l’opera dei consorzi non riguarda soltanto gli agricoltori. Tutti i cittadini, tutte le imprese e gli enti pubblici sono interessati alla sicurezza idraulica del territorio, che significa salvaguardia delle abitazioni, degli esercizi commerciali, dei capannoni artigianali ed industriali dagli allagamenti che possono essere provocati da precipitazioni intense e da esondazioni di fiumi e canali. Il ruolo dei Consorzi di bonifica è ancora più importante se pensiamo agli eventi climatici violenti e disastrosi che sempre più frequentemente si manifestano per i cambiamenti climatici in atto.

Le potenzialità e le capacità progettuali dei Consorzi di Bonifica del Veneto sono emerse in modo evidente a seguito della recente distribuzione delle risorse nazionali per l’irrigazione e la salvaguardia delle risorse idriche, che ha visto il Veneto acquisire contributi per oltre 160 milioni di euro, più di ogni altra regione d’Italia.

In questo senso, – continuano i presidenti delle Organizzazioni agricole – riteniamo quindi che le rappresentanze del mondo agricolo abbiano dimostrato di saper tradurre in fatti ed azioni concrete l’esperienza che deriva loro dalla quotidiana attività di gestione del territorio e della risorsa acqua, ed è per questo che siamo a chiedere la riconferma di questa fiducia a tutti coloro che sono portatori di interessi diffusi e che hanno a cuore il “buon governo della nostra terra”. In questi mesi abbiamo lavorato per formare una squadra di candidati coesa, con le migliori professionalità. Chiediamo a tutti di sentirsi coinvolti in prima persona, facendosi parte attiva nello scegliere i  rappresentanti all’interno dei Consorzi di Bonifica e cercando di allagare il numero di coloro che il 15 dicembre si recheranno al voto”.

Le urne saranno aperte domenica 15 dicembre dalle 8 alle 20, tutte le informazioni utili sui seggi, presenti nella quasi totalità dei Comuni, e sulle modalità di voto si possono trovare a questa pagina https://bonifiche2019.it/ o direttamente sui siti web di ciascun consorzio di Bonifica.

Seguici anche su

6,291FansLike
276FollowersFollow
3SubscribersSubscribe