Home Padovano Piovese Il Comune di Piove di Sacco torna ad assumere: sette posti a...

Il Comune di Piove di Sacco torna ad assumere: sette posti a tempo indeterminato

Davide Gianella: “Dopo sei anni di lavoro per ripianare il debito della precedente giunta la riforma è conclusa con uffici e organizzazione efficienti”

Il Comune torna ad assumere personale. Nell’albo pretorio di palazzo Jappelli è stato pubblicato un avviso di manifestazione di interesse per la copertura a tempo indeterminato di sette posti con diversi profili. Operai specializzati, tecnici, contabili e anche un agente di Polizia locale. I candidati saranno scelti tra coloro che hanno già sostenuto dei concorsi in altri enti pubblici e sono stati inseriti nelle graduatorie aperte degli idonei non assunti.

“Quando nel 2013 ci siamo insediati – spiega il sindaco Davide Gianella – avevamo subito deciso di rinnovare la macchina comunale, sopprimendo per prima cosa il ruolo dirigenziale e snellendo l’organizzazione dell’ente. Una scelta forte ma necessaria visto che purtroppo avevamo ereditato un importante buco nella spesa del personale ed un ente commissariato. Ora, dopo sei anni di lavoro, la riforma è stata pressoché completata, ripianando il debito senza togliere un euro ai dipendenti e utilizzando i risparmi per incentivare positivamente l’efficienza dei vari uffici”.

La revisione aveva subito puntato sull’esubero di personale che colpiva le figure apicali in pianta organica. I dirigenti, modificando lo statuto comunale, sono stati cancellati, passando da un’organizzazione verticale del personale a una organizzazione orizzontale.

“Nel 2013 – aggiunge Gianella – i dipendenti erano 94. Con le assunzioni programmate, che rispondono al fabbisogno dell’ente, diventeranno 104. Tutto questo spendendo un po’ meno di quello che la spesa per il personale richiedeva nel 2013. In questi anni, inoltre, sono stati anche internalizzati dei servizi, come lo sfalcio dell’erba delle scuole. È aumentata, in termini di orari di servizio, la presenza notturna della Polizia locale. Abbiamo rimesso in campo incentivi veri per il personale, strettamente agganciati al raggiungimento degli obiettivi prefissati”.

Un dato interessante è quello del turnover. “Nel giro di pochi anni – conclude il sindaco – sono 35 le persone che, per vari motivi, si sono avvicendate. Il volto dell’ente è stato rinnovato per oltre un terzo. Si continueranno a sostituire i pensionamenti, potenziando uffici e cercando di migliorare sempre di più l’erogazione dei servizi ai cittadini”.

Alessandro Cesarato

Le più lette