Home Trevigiano Treviso Ovest Morgano: “In primis la sicurezza del territorio”

Morgano: “In primis la sicurezza del territorio”

Due nuovi occhi elettronici di ultima generazione in grado di catturare i dettagli per controllare azioni considerate sospette

Arriva la videosorveglianza. A Morgano non era ancora stato sviluppato un sistema di telecamere per controllare il territorio. Le cose ora stanno per cambiare. A breve verranno montati i primi sei occhi elettronici. Saranno puntati sulla zona della piazza della storica Rotonda di Badoere e sull’area del parco di via De Lazzari, vicino agli impianti sportivi.

Il progetto, messo a punto dal Comune in collaborazione con Contarina, è stato approvato in modo definitivo. E non si tratta che di un primo passo. Per questa iniziale tranche verranno investiti 26mila euro ma, nel tempo, si potrà arrivare fino a una spesa complessiva di 60mila euro. Soldi che, una volta pronta l’ossatura del sistema, si tradurranno in nuove telecamere per sorvegliare notte e giorno anche altri angoli del paese, sia a Badoere che a Morgano. “Adesso partiamo con la prima tranche. È un grande risultato – sottolinea il sindaco Daniele Rostirolla – in seguito avremo la possibilità di continuare a implementare il sistema con il posizionamento di nuovi occhi elettronici”.

I collegamenti saranno garantiti da una rete in fibra ottica. Ciò consentirà un’elevata velocità e, soprattutto, un’alta qualità delle immagini registrate. In caso di necessità, in altre parole, sarà possibile condurre delle verifiche scendendo anche nei dettagli, come ad esempio leggere le targhe delle auto. Il server verrà installato nella centrale della Polizia Locale. Saranno gli agenti a gestire il nuovo sistema di videosorveglianza di Morgano.

E, ovviamente, se dovesse servire, tutte le immagini verranno immediatamente messe a disposizione delle forze dell’ordine. Mentre si stanno irrobustendo i gruppi di controllo del vicinato attivi nel territorio comunale, insomma, con l’installazione dei primi occhi elettronici si farà un ulteriore salto sul fronte della sicurezza.

Mauro Favaro

Le più lette