Home Veneziano Cavarzere Nuovo sviluppo sostenibile per Cavarzere

Nuovo sviluppo sostenibile per Cavarzere

La Variante semplificata al Pat, in via di definizione, consentirà di rilanciare il settore edilizio e migliorerà così la qualità abitativa

Cavarzere diventerà un laboratorio per la sperimentazione di un nuovo sviluppo sostenibile che consenta il rilancio del settore edilizio e il miglioramento della qualità abitativa”. Ad annunciarlo è il sindaco Henri Tommasi. Al momento in cui andiamo in stampa il Comune di Cavarzere sta predisponendo infatti la Variante semplificata al Piano di Assetto del Territorio, che dovrà essere approvata entro il 31 dicembre. Un testo che, per volere del sindaco, è stato condiviso con i professionisti ed i portatori di interesse: il percorso è iniziato il 10 giugno in occasione del convegno organizzato insieme alla Regione Veneto, Anci Veneto e Ance sulla nuova legge “Veneto 2050”, e proseguito poi, lo scorso 3 ottobre, con un incontro insieme ai professionisti.

“Anche se si tratta di un adempimento di legge con l’applicazione di norme precise, si è scelta la strada della partecipazione e della condivisione” fa sapere Tommasi. Il Comune dispone, su indicazione della Regione, di un totale di 32 ettari di superficie trasformabile. “Valuteremo come impiegare questa quantità di suolo riassegnataci dalla Regione fino al 2050 – continua il sindaco Tommasi -. Certamente si va verso il recupero del patrimonio edilizio esistente attraverso nuove forme di incentivi. Secondo le indicazioni nazionali e regionali andremo a favorire le ristrutturazioni all’interno del tessuto consolidato anche agendo sul contributo di costruzione”.

Per quanto riguarda nuovi insediamenti, si premierà chi porta maggiori benefici alla collettività in termini di opere di sistemazione e messa in sicurezza del territorio e di servizi. “Sarà garantita anche una quota di superficie da destinare ad aree produttive per l’insediamento di nuove attività – fa sapere Tommasi -. Dopo l’adozione della variante al Pat ci saranno i tempi per le osservazioni da parte di tecnici e cittadini; gli uffici sono sempre a disposizione per qualsiasi informazione o chiarimento. Ringrazio l’assessore Paparella e il dirigente arch. Pugina per il costante impegno su un tema strategico per il futuro del Comune, rilevando come si sia avviato un percorso virtuoso ed innovativo nella gestione dell’urbanistica”.

Gaia Ferrarese

Seguici anche su

6,290FansLike
276FollowersFollow
3SubscribersSubscribe